02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
CHAMPAGNE E GRANDI FIRME

Richard Geoffroy lascia Dom Perignon: dal 2019 lo chef de cave sarà Vincent Chaperon

Dopo 28 anni e progetti come la “Plenitude”, Geoffroy cede lo scettro a Chaperon, al suo fianco per 13 anni in una delle Maison più famose del mondo

Dietro al mito dello Champagne e di Dom Pérignon ci sono secoli di storia e di storie, come quella che vuole le bollicine francesi nate proprio ad opera dall'abate Dom Pérignon. Ma negli ultimi 28 anni, la firma delle bottiglie di una delle più celebri maison francesi, è stata quella dello Chef de Cave Richard Geoffroy, autore, tra le altre cose, di progetti come quello legato alla “Plenitude” di Dom Perignon, che, a fine 2018, però, lascerà la storica cantina di Epernay. A sostituirlo sarà Vincent Chaperon, che ha lavorato a fianco di Geoffroy per 13 anni e raccoglierà l’eredità della guida di uno dei marchi di punta del gruppo Lvmh. Una notizia che circolava da qualche tempo, ma che la Maison ha comunicato ufficialmente solo in questi giorni. Ora, il suo futuro, da quanto si apprende, non sarà più nel mondo del vino, se non per qualche speciale progetto di Dom Perignon.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli