02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Surrau, Doc Cannonau di Sardegna Sincaru 2017

Vendemmia: 2017
Uvaggio: Cannonau
Bottiglie prodotte: 30.000
Prezzo allo scaffale: € 17,00
Proprietà: Martino, Gianfranco e Salvatore Demuro
Enologo: Mariolino Siddi, Beppe Caviola
Territorio: Sardegna

Dimentichiamo gli stereotipi del Cannonau superalcolico, pesante, stramaturo, appiattito su aromi ossidativi. Sempre più produttori in tutta la Sardegna lo interpretano nel segno di una conturbante finezza, e ne declinano le specificità territoriali. Dopo tutto, c’è un motivo se è il vitigno più diffuso nel bacino del Mediterraneo! In Gallura, i suoli granitici sciolti e drenanti segnano i profili organolettici: se non è certo difficile conseguire la perfetta maturità dell’acino, più delicato, ma non impossibile, è trovare la quadra tra polpa e acidità, succo e slancio gustativo, per un sorso appagante, saporito, facile da bere; e in tal caso, anche il corredo aromatico sconfinerà dalla più scontata ciliegia in confettura per scoprirsi richiami piacevolmente fragranti. Vedi le etichette di Vigne Surrau, realtà giovane ma già consolidata, passionaccia di un locale imprenditore nel campo dell’edilizia che non ha fatto mancare niente al nuovo progetto: così gli spazi della cantina sono agevoli, le attrezzature all’avanguardia. Ma la precisione di disegno dei vini non è meramente “tecnica”, bensì gallurese nell’immediatezza del frutto, l’equilibrio, la piacevolezza di beva. Ne è luminoso esempio il Sincaru, deliziosa etichetta d’annata che poco cede alla rispettiva Riserva in termini di eleganza. Davvero un bel bere, da godere nel presente o conservare per due o tre anni in cantina.

(Riccardo Margheri)

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli