02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Tenuta Arabona, Colline Pescaresi Igp Pecorino Mia Natura 2020

Vendemmia: 2020
Uvaggio: Pecorino
Bottiglie prodotte: 5.000
Prezzo allo scaffale: € 8,50
Azienda: Tenuta Arabona
Proprietà: famiglia Radica
Enologo: Romano D’Amario
Territorio: Pescara

A due passi dalla sagoma bianca dell’Abbazia Cistercense di Santa Maria Arabona, ai piedi del Massiccio della Majella, Tenuta Arabona è collocata nell’area dell’antica proprietà dei Baroni Zambra a Manoppello in Scalo (PE). L’azienda è stata fondata alla fine degli anni ‘60 ed è stata guidata fino a oggi dalla famiglia Radica, che dal 1991 ha iniziato ad adottare i principi dell’agricoltura biologica. Oggi le proprietà comprendono 20 ettari di vigneti e una chicca di 1,5 ettari di oliveto pluricentenario, impiantato nel 1727 proprio dai Baroni Zambra. La vigna è orientata sia sui vitigni tipici abruzzesi, come Montepulciano, Trebbiano e Pecorino, che sugli internazionali Cabernet Sauvignon e Chardonnay, per una produzione di ben 22 referenze, raggruppate in sei linee: Manus Plere, Terra Cruda, Accentati, Bollicine, Riserve e Mia Natura. Quest’ultima, in particolare, celebra il rapporto tra uomo e territorio, con vini a fermentazione spontanea, imbottigliati senza chiarifica e solo con una leggera filtrazione, per preservare il più possibile nel calice l’anima del vigneto. Il Pecorino della linea Mia Natura si presenta nel calice con un giallo dorato vivace e aromi dolci di pesca matura, succo di mela e agrumi canditi. In bocca il sorso è secco e stupisce con una sapidità intensa, che avvolge il palato, sfumando sul finale in ricordi di rocce bagnate sotto il sole. Tutt’altro che scontato, sa essere accattivante.

(Giambattista Marchetto)

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli