02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Tenuta di Biserno, Toscana Igt Rosso Biserno 2016

Vendemmia: 2016
Uvaggio: Cabernet Franc, Merlot, Cabernet Sauvignon, Petit Verdot
Bottiglie prodotte: 30.000
Prezzo allo scaffale: € 140,00
Proprietà: marchese Lodovico Antinori
Enologo: Helena Lindberg, Michel Rolland
Territorio: Alta Maremma

La Tenuta di Biserno nasce in alta Maremma, a due passi da Bolgheri di cui respira i tratti enologici. Si tratta di una realtà produttiva tendenzialmente giovane, visto che, insieme all'altra faccia del progetto, Campo di Sasso, rappresenta il cuore di un'operazione enoica nata appena una quindicina di anni fa. Grande esperienza e spessore commerciale ed enologico, invece, li possiede in abbondanza se guardiamo ai personaggi che la animano: Piero e Lodovico Antinori, riunitisi proprio in questa nuova avventura dopo aver camminato con successo su percorsi diversi. Ecco allora riunite, da una parte, la capacità imprenditoriale di Piero, Presidente della Marchesi Antinori, dall’altra, la genialità di Lodovico, “inventore” della Tenuta dell’Ornellaia. Oggi l’azienda conta su 99 ettari di vigneto, per una produzione media di 160.000 bottiglie. Il Biserno è un vino che si inserisce nella tradizione di Bolgheri ma con le dovute differenze. A partire dai terreni sul quale è coltivato che, secondo Lodovico Antinori, hanno un vantaggio: sono molto vari. E così è nato questo blend a base di Cabernet Franc, Merlot, Cabernet Sauvignon e Petit Verdot dalle varie sfaccettature. Un vino, che anche nella versione 2016, oggetto del nostro assaggio, riflette il microclima della zona costiera della Maremma, con profumi intensi e mediterranei ad annunciare una progressione gustativa solida e succosa.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli