02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Tenuta Sant'Antonio, Doc Valpolicella Superiore la Bandina 2017

Vendemmia: 2017
Uvaggio: Corvina, Corvinone, Croatina, Oseleta, Rondinella
Bottiglie prodotte: 30.000
Prezzo allo scaffale: € 21,00
Proprietà: Massimo, Armando, Tiziano e Paolo Castagnedi
Enologo: Paolo Castagnedi
Territorio: Valpolicella

Il Valpolicella Superiore La Bandina è ottenuto da un classico uvaggio di varietà locali, Corvina, Corvinone, Rondinella, Croatina e Oseleta, allevate su ceppi di 25 anni di età. L’affinamento, della durata di 24 mesi, è affidato a tonneau e il risultato è un rosso dagli intensi profumi e dal sapore immediatamente piacevole. La versione 2017 ha naso dai richiami di frutti di bosco, ciliegie, tabacco e liquirizia. In bocca, il sorso è caldo, rotondo e avvolgente, con tannini dolci e finale largo e dai rimandi che tornano ai frutti rossi e alle spezie. La Tenuta Sant’Antonio, 100 ettari a vigneto per una produzione di 700.000 bottiglie, nasce alla metà degli anni Novanta grazie ai fratelli Castagnedi. Oggi, le dimensioni ne fanno una realtà medio-grande nel panorama della Valpolicella (l’azienda produce anche Soave), ma il focus sulla qualità non è mai venuto meno, con il cuore pulsante dell’azienda a battere sempre nella collina di San Briccio, da cui tutto è partito. La gestione in vigna e cantina è attenta alla sostenibilità e, benché le etichette siano saldamente “market oriented”, i vini, oltre che di esecuzione ineccepibile, non mancano di carattere e buona aderenza al loro territorio d’origine. Una prerogativa di più chiara leggibilità rintracciabile, evidentemente, nella produzione a denominazione, con l’Amarone, sul fronte rossista, a recitare il ruolo di protagonista assoluto.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli