02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Tenute Rubino, Salento Igt Susumaniello Rosato Torre Testa 2019

Vendemmia: 2019
Uvaggio: Susumaniello
Bottiglie prodotte: 12.000
Prezzo allo scaffale: € 13,00
Proprietà: Luigi Rubino
Enologo: Luca Petrelli
Territorio: Salento

Fedele al suo progetto enologico, che vede protagonista il Susumaniello, a rischio scomparsa negli anni ’90, Tenute Rubino non poteva mancare l’appuntamento anche con la declinazione rosata di questa varietà, arrivata in terra pugliese probabilmente dalla Dalmazia. Il Torre Testa, il cui nome rimanda alle torri d’avvistamento che fin dal Medioevo costellavano la costa pugliese, omaggia la Torre Testa del Gallico di Jadicco. La versione 2019, affinata in acciaio per 5 mesi e senza svolgimento della fermentazione malolattica, possiede colore rosa intenso e brillante. Al naso, prevale un fruttato rigoglioso che sa di mirtillo, ribes e ciliegia fresca. In bocca, il sorso è goloso, croccante e saporito, dal finale persistente e ancora su toni fruttati. Tenute Rubino ha una storia trentennale, che coincide con la rinascita dell’enologia pugliese. Fu Tommaso Rubino, convinto delle potenzialità del Salento enoico ancora a metà degli anni ’80 del secolo scorso, a decidere di scommettere sul vino. E dopo una lunga serie di acquisizioni, si ritrovò un’importante base produttiva, suddivisa su cinque tenute, che attualmente si estendono su 290 ettari coltivati a vigneto, per una produzione annua complessiva di 1.200.000 bottiglie. Il progetto si è trasformato in una solida realtà aziendale a partire dal 1999, quando suo figlio Luigi, insieme alla moglie Romina Leopardi, ha creato il marchio Tenute Rubino.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli