02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Terenzi, Docg Cesanese del Piglio Vajoscuro Riserva 2016

Vendemmia: 2016
Uvaggio: Cesanese d'Affile
Bottiglie prodotte: 2.500
Prezzo allo scaffale: € 18,00
Proprietà: famiglia Terenzi
Enologo: Roberto Mazzer
Territorio: Lazio

L’azienda a conduzione familiare di Giovanni Terenzi - atteggiamento squisitamente e profondamente “contadino”, rispetto enorme per varietà e territorio di cui essa è espressione - ha saputo guadagnarsi in pochi lustri la considerazione di autentica griffe presso chi ritiene il binomio tra il Cesanese e la sua area in Docg uno dei binomi più interessanti e sottovalutati nel panorama enoico centroitaliano. Forte di 10 ettari vitati e di un team che, oltre al “sor” Giovanni, ancor oggi re del vigneto, include sua moglie e i tre i figli, l’azienda Terenzi ha una panoplia produttiva abbastanza articolata: ben quattro Piglio (incluso il “nostalgico” Valobra, figlio di singola vigna piantata nel lontano 1962), un Cesanese di Olevano e due Passerina. Il Vajoscuro ne è però sicuramente principe riconosciuto e bandiera: fermentato in acciaio (20 giorni a contatto con le bucce), elevato in piccoli fusti per dodici mesi, e lasciato per due anni ad assestarsi e riposare in vetro prima dell’uscita, aiutato da un’annata finalmente non torrida ma tutto sommato abbastanza classica e regolare, il 2016 ha insieme l’austerità del rango e la testura setosa , senza brusche asperità, tipica dei figli migliori del vitigno. Il profilo aromatico gioca tra note floreali, frutta (susina, amarena) e orientaleggianti note speziate che ne accrescono suadenza e fascino. Crescerà ancora, e bene, nei prossimi anni.

(Antonio Paolini)

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli