02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Tormaresca, Doc Castel del Monte Aglianico Bocca di Lupo 2012

Vendemmia: 2012
Uvaggio: Aglianico
Bottiglie prodotte: 12.000
Prezzo allo scaffale: € 45,00
Proprietà: famiglia Antinori
Enologo: Renzo Cotarella
Territorio: Puglia

Tormaresca è il progetto enologico pugliese della famiglia Antinori. Nato nel 1998, si compone di due unità produttive entrambe provviste di cantina e situate tra le aree più vocate per la produzione vitivinicola della terra dei Trulli. La tenuta Bocca di Lupo, 130 ettari a vigneto, si trova nella Murgia barese, nelle vicinanze di Minervino, forse una delle zone che meglio esprime l’originalità dei vini pugliesi, proprio al centro della Doc Castel del Monte. Oltre ai vitigni di antica coltivazione, Nero di Troia, Aglianico, Moscato Reale e Fiano pugliese, nell’azienda sono allevati Chardonnay e Cabernet Sauvignon. Masseria Maìme, invece, sorge nell'Alto Salento, non lontano da San Pietro Vernotico, in provincia di Brindisi. Conta su un’estensione vitata di 250 ettari e vi si allevano i mediterranei Negramaro e Primitivo, accanto a Chardonnay e Cabernet Sauvignon. Coglie con grande e piena concretezza l'espressività dell'Aglianico coltivato nel nord della Puglia il Castel del Monte Bocca di Lupo 2012. Il suo naso presenta una variegata serie di sensazioni che vanno dal fruttato, mora, mirtillo, arancia, ai cenni di chiodi di garofano, cuoio, china, cacao e spezie, ben accompagnati da una intensa balsamicità di fondo. In bocca, il vino possiede struttura poderosa ma non invadente, attacco dolce e sviluppo succoso e non privo di piacevoli durezze, con ritorno balsamico nel finale.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli