02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
BERE IN VACANZA

Vacanze senza regole, ecco quando iniziano a bere gli europei: per gli inglesi prima birra alle 15

Nel singolare studio di “Lastminute.com”, l’ora del primo bicchiere di tedeschi, spagnoli, italiani e francesi in ferie

In vacanza regna l’evasione, saltano le regole, si sconvolge la quotidianità, altrimenti che vacanza sarebbe? Una libertà che riguarda la sveglia, non risparmia la tavola, e coinvolge in maniera diretta il bicchiere, con abitudini decisamente poco ortodosse. Come racconta il singolare studio della piattaforma di viaggi online “Lastminute.com”, infatti, i francesi in ferie iniziano a bere alcolici mediamente alle 17:16, con il 26% che indica invece come orario la fascia 19-20, mentre il 12% si concede un bicchiere già a mezzogiorno, ed il 6% addirittura alle 11 di mattina. Ma i primi, in questa speciale classifica, sono gli inglesi, che in vacanza aprono le danze alcoliche, in media, alle 15:25, con il 13% che beve la prima birra già a mezzogiorno ed appena il 12% tra le 18 e le 20, mentre il 9% si siede al bar alle 11 ed un 4% addirittura alle 10, orario solitamente della colazione, tanto da far passare in secondo piano la curiosità verso la gastronomia, con solo il 55% dei britannici in vacanza all’estero che dice di provare i piatti locali, mentre il 14% cerca cibo inglese anche all’estero. Tra i più disciplinati, così, si scoprono essere i tedeschi: prima bevuta alle 17:52, solo il 5% si concede una birra a mezzogiorno, ed appena il 2% alle 11 di mattina, mentre per il 20% il birra time scatta solo alle 8 di sera. Il primo sorso degli spagnoli è invece alle 17:37: per il 13% dei turisti iberici la prima “caña” arriva dopo le 13, per l’8,5% dopo le 18, mentre il 12% aspetta le 20 ed un altro 12% le 21. Infine, gli italiani, ancor più sobri dei tedeschi: l’ora giusta sono le 18:04, ma gli italiani vantano anche la minor percentuale di chi inizia a bere alcolici dopo la mezzanotte, l’1,1%. Per il 16%, invece, l’ora giusta per il primo spritz sono le 20 ed il 9% aspetta addirittura le 22.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli