02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Venturini Baldini, Doc Reggiano Lambrusco Frizzante Marchese Manodori

Uvaggio: Lambruschi Marani, Maestri, Salamino, Grasparossa
Bottiglie prodotte: 24.000
Prezzo allo scaffale: € 9,00
Proprietà: Julia e Giuseppe Prestia
Enologo: Denny Bini, Carlo Ferrini
Territorio: Emilia

L’azienda con sede a Quattro Castella in Provincia di Reggio Emilia, nasce nel 1976 e sorge sulla sommità della collina di Roncolo, dove conta su 30 ettari vitati in biologico, per una produzione media annua di 90.000 bottiglie, divise in un portafogli etichetta ben articolato. La proprietà da qualche anno fa parte di un progetto d’investimento nel mondo del vino italiano che ha come capofila il fondo lussemburghese di private equity Iverna Holdings, che ha pianificato il suo business proprio a partire dalle potenzialità commerciali del territorio reggiano e del Lambrusco, dimostrando che l’Italia del vino non è solamente quella delle grandi denominazioni e dei grandi vini. Un’operazione non rara alle nostre latitudini, che conferma l’appeal crescente del Bel Paese enoico, benché con qualche perplessità in ordine alla capacità generale della sua tenuta complessiva. Tornando al vino il Lambrusco Marchese Manodori 2019 è ottenuto dall’uvaggio dei quattro Lambrusco più caratteristici: Marani, Maestri, Salamino e Grasparossa. All’occhio appare di un bel rosso rubino intenso, con qualche venatura purpurea. Al naso, i profumi sono vinosi, floreali e fruttati, con note che richiamano la viola e le ciliegie mature, poi seguiti da una speziatura che rimanda alla cannella. In bocca, il sorso è agile e immediatamente piacevole, vivace nella trama tannica ed estremamente sapido e fragrante.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli