02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Vigneti del Vulture, Doc Aglianico del Vulture Piano del Cerro 2016

Vendemmia: 2016
Uvaggio: Aglianico
Bottiglie prodotte: 24.000
Prezzo allo scaffale: € 22,00
Proprietà: Farnese Vini
Enologo: Dennis Verdecchia, Alberto Antonini
Territorio: Vulture

Vini Fantini, Tenute Rossetti, Vesevo, Vigneti del Salento, Vigneti Zabù, Cantina Sava, Lucarelli, Gran Sasso Vini, Cantine Cellaro Caldora, Terre Natuzzi, Vigneti del Vulture. Sono questi i vari marchi che popolano l’esteso mosaico enoico del Gruppo Farnese, uno dei leader della produzione e della commercializzazione di vino in Abruzzo ma non solo, evidentemente. Puglia, Basilicata, Toscana, Campania, Sicilia, e naturalmente Abruzzo sono le Regioni su cui poggia questo gigante enologico vicino ad oltrepassare i 70.000.000 di bottiglie vendute all’anno. Una realtà dai numeri stellari che, tuttavia, specie nel recente passato, ha intrapreso un buon lavoro di valorizzazione della propria produzione di materia prima, con risultati non privi di segnali decisamente confortanti. È il caso dell’Aglianico del Vulture Pian del Cerro. Ottenuto da uve provenienti dai vigneti di Acerenza, a 600 metri sul livello del mare, affina per 24 mesi in barrique nuove, proponendo una ricetta enologica ormai ben collaudata. La versione 2016 ha colore rosso rubino intenso, ad introdurre profumi di confettura di mora, piccoli frutti neri e abbondanti cenni di spezie e ricordi balsamici, a completare un profilo olfattivo ricco. In bocca, l’attacco è dolce e avvolgente, con la potenza strutturale ad emergere con vigore e ad accompagnare il sorso fino ad una chiusura che torna sulle spezie e il frutto maturo.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli