02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
COLLEZIONISMO ENOICO

Vino e aste, da urlo la prima metà del 2018 per le principali case internazionali

Da Acker Merrall & Condit a Zachy’s, da Sotheby’s ad Hart Davis Hart, crescite degli incassi tra il 30 ed il 60% sul 2017

È stata una prima metà di 2018 decisamente positiva, quelle delle grandi aste enoiche internazionali. Con tante quotazioni da record, nei vari incanti, ed un trend sempre più chiaro: la Borgogna è sempre più protagonista, a discapito di Bordeaux, che resta però attore di primo piano. A rendere la fotografia dei primi 6 mesi delle aste enoiche mondiale è, come sempre, “Wine Spectator”.
La migliore performance l’ha messa a segno la casa Acker Merrall & Condit, che ha battuto lotti per 60 milioni di dollari, con una crescita del 33% sullo stesso periodo del 2017.
Ottimi gli affari anche per Sotheby's, che ma mandato sotto il martelletto vini per 54,2 milioni di dollari, un balzo del 60% sull’anno precedente, grazie soprattutto a due grandi collezioni, la “The Philantropist Cellar”, che ad Hong Kong ha incassato 16,2 milioni, con una cassa di DRC Romanée-Conti 1971 per la cifra enorme di 376.144 dollari, e quella dell’imprenditore Jerry Perenchio, che tra New York ed Hong Kong ha aggiudicato lotti per 12 milioni di euro.
Bene anche Zachy’s, che tra aste “fisiche” ed on line ha messo a segno 34,6 milioni di euro rispetto ai 29,7 incassati tra gennaio e giugno 2017, con il 99% dei lotti battuti aggiudicati.
Ed è stato un semestre da “guanto bianco”, con il 100% delle aggiudicazioni, anche per la casa di Chicago Hart Davis Hart, che ha incassato 34,4 milioni di dollari, in crescita del 41,8%.23,4 milioni di dollari, infine, secondo i dati raccolti da WineNews, l’incasso di Christie’s tra gli Stati Uniti, Londra, Hong Kong e la Svizzera.
Insomma, un semestre assai florido, che ha visto anche il record assoluto dei 34,7 milioni di euro raccolti in una singola asta, grazie alla vendita dei 215 lotti della collezione personale del produttore mito di Borgogna, Henri Jayer da parte di Baghera Wines, con il maggior incasso di sempre per una singola vendita.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

TAG: ASTE, vino

Altri articoli