02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Zenato, Docg Amarone della Valpolicella Sergio Zenato Riserva 2009

Vendemmia: 2009
Uvaggio: Corvina, Rondinella, Oseleta, Croatina
Bottiglie prodotte: 22.000
Proprietà: Alberto, Carla e Nadia Zenato
Enologo: Alberto Zenato
Territorio: Valpolicella

La prima annata prodotta dell’Amarone Riserva Sergio Zenato è la 1980 e da allora questo vino ha segnato il tratto stilistico rossista di questa che è una delle aziende di riferimento del Veneto enoico. Una cifra in cui il tenere insieme il frutto, a dir poco generoso, con la fragranza, bilancia un vino di esuberante presenza alcolica. La versione 2009, maturata in legno grande per quattro anni, risponde perfettamente a questo paradigma. Possiede frutto, anche in confettura, lussurioso, avvolgente e scuro nei ricordi di more e mirtilli, con tocchi affumicati e speziati di sottofondo. La bocca è densa e morbida, di alcol sostenuto e tannino saporito. Appagante e profondo sul finale come ad inizio sorso. Zenato è una delle grandi griffe del panorama enoico veronese, interprete fedele del Lugana e della Valpolicella, tanto che oggi è impossibile stabilire se sia più bianchista o rossista. 95 gli ettari vitati per una produzione di 2.000.000 di bottiglie sono i numeri di una cantina fondata negli anni Sessanta del secolo scorso da Sergio Zenato, che si “divide” tra il nucleo storico di San Benedetto di Lugana, appena fuori Peschiera sul Garda e il nucleo produttivo in zona Sant’Ambrogio di Valpolicella. Oggi a guidarla, mantenendone il carattere squisitamente familiare, anche i figli di Sergio, Alberto e Nadia, che continuano a percepire i vini aziendali con versatilità, compiutezza e qualità.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli