02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
8 MARZO, DONNE & VINO

8 Marzo, Signorvino festeggia le donne sostenendo la Fondazione Doppia Difesa

La catena di enoteche contribuisce alle attività della onlus di Michelle Hunziker e Giulia Bongiorno. E traccia un profilo delle enoappassionate
8 MARZO, DONNE & VINO, SIGNORVINO, Italia
Anche Signorvino festeggia le donne l’8 marzo

La conquista della completa parità dei sessi passa anche dalle enoteche: Signorvino, la catena di enoteche con store in tutta Italia, con base a Verona, nella settimana dell’8 marzo non vuole solo festeggiare le donne, con un calice di benvenuto offerto in tutti gli store, ma vuole anche sostenere la lotta alla violenza sulle donne. E lo fa contribuendo alle attività istituzionali della Fondazione Doppia Difesa Onlus, l’associazione fondata dalla showgirl Michelle Hunziker e dall’avvocato e Ministro della Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno, che offre gratuitamente supporto legale e psicologico alle vittime di violenze. Signorvino vuole che il messaggio sia gridato a gran voce, e che ad essere educati siano anche e soprattutto gli uomini. Ma, almeno per l’8 marzo, le protagoniste sono solo le donne: proprio a loro, la catena ha dedicato uno studio tutto in rosa, che permette di delineare un profilo delle enoappassionate. Che, dai dati raccolti, sono molto più curiose e aperte a sperimentare nuove etichette degli uomini: il gentil sesso infatti, non ha uno schema predefinito sui vini da acquistare, e non ha problemi a farsi consigliare da un esperto. Ma la presenza femminile da Signorvino non si limita alla clientela: dallo studio si evidenzia anche una crescita netta della presenza nelle posizioni di addetto alle vendite e di responsabili dei locali, con un aumento del 8,5% di assunzioni rispetto allo scorso anno, fino ad arrivare ad oltre 40% di donne impiegate sul totale.
Negli uffici la crescita è del 10% per un 51% di donne lavoratrici, mentre nelle attività di magazzino i dati restano sostanzialmente invariati rispetto allo scorso anno, registrando un 68% di donne addette a tali mansioni. Se guardiamo invece alle vendite delle bottiglie prodotte da donne (150 etichette oggetto dello studio) è stato calcolato un’incidenza dell’11% a valore sugli incassi, senza variazioni sull’anno precedente.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli