02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

9 ITALIANI SU 10 LO CONOSCONO, 3 SU 10 LO BEVONO SPESSO E QUASI 4 SU 10 LO DEGUSTANO RARAMENTE, VA FORTE NEL CENTRO SUD E NELLE ISOLE: È IL MONTEPULCIANO D’ABRUZZO PER LA RICERCA “VINI DI QUALITÀ ABRUZZESI: PERCEZIONI E MERCATO” DI RENATO MANNHEIMER

Nove italiani su 10 dichiarano di conoscerlo, 3 su 10 affermano di berlo spesso, quasi 4 su 10 dicono di degustarlo almeno raramente, per un complessivo 72% di amanti del buon bere, e viene bevuto assiduamente nel Centro Sud e nelle Isole: ecco il Montepulciano d’Abruzzo secondo la ricerca “Vini di qualità abruzzesi: percezioni e mercato” realizzata da Renato Mannheimer, presidente Ispo, l’Istituto per gli Studi sulla Pubblica Opinione, presentato a Chieti in occasione dell’illustrazione delle strategie di comunicazione e della nuova immagine per la valorizzazione dei vini di qualità della Regione Abruzzo per la quale è stato scelto lo slogan “Montepulciano, piacere d’Abruzzo”.

Dalla ricerca, condotta su un campione di 438 persone, emerge che il Montepulciano d’Abruzzo è bevuto assiduamente dai 45/54enni, che verosimilmente hanno maturato più competenze nella scelta dei vini e dispongono di maggiori possibilità di spesa. Gli italiani che lo conoscono meglio premiano in particolare la sua versatilità (91%), la sua capacità di evocare il territorio di produzione, l’unicità del gusto (88%), la sua reperibilità (83%) e la capacità di rappresentare l’eccellenza dei rossi italiani.

Piace anche il “visual” proposto finora per la sua promozione: le caratteristiche che più incontrano il favore del pubblico si riferiscono alla capacità di attirare alla lettura del contenuto della bottiglia (81%) e all’opinione che sia un’immagine suggestiva rispetto alle tendenze di comunicazione sui vini (79%), che si adatta bene ad un grande rosso (79%) e che evoca il valore di un prodotto di qualità (79%). Ma gli italiani intervistati preferiscono l’attuale campagna per promuovere il Montepulciano d’Abruzzo: il nuovo visual appare, infatti, preferito da 6 italiani su 10 e tale quota aumenta fra i bevitori più affezionati.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli