02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
CLIMATE CHANGE

A Porto il mondo del vino mette al centro il climate change, con il monito di Barack Obama

L’ex Presidente Usa dal Climate Change Leadership Porto 2018 Summit: “il settore enoico condivida le conoscenze e faccia pressioni sui Governi”
CLIMATE CHANGE, OBAMA, Mondo
A Porto il mondo del vino mette al centro il climate change, con il monito di Barack Obama

Finita in fondo alla lista delle priorità dei grandi del mondo, specie dopo l’uscita di scena dall’agone politico internazionale dell’ex presidente Usa Barack Obama, quella del climate change non smette di essere un’urgenza. Anzi, con il passare del tempo, il problema non fa che acuirsi, e l’esigenza di soluzioni condivise si fa sempre più pressante. Anche per il mondo del vino, che in Portogallo, con lo sforzo tra gli altri di Amorim Cork e Taylor’s Port, ha unito le forze nel Climate Change Leadership Porto 2018 Summit con ospite d’onore proprio il 44esimo Presidente Usa. Che, a Porto, ha sollecitato l’industria vinicola a fare la propria parte ed a collaborare nella definizione di una politica di Governo che sappia dare risposta ai cambiamenti climatici. Come? Condividendo le proprie idee e facendo pressioni sui Governi. “Per i produttori di vino - ha sottolineato Barack Obama - è importante e sensato condividere le migliori pratiche a disposizione per rispondere all’aumento delle temperature. Le soluzioni tecnologiche sono spesso a portata di mano, ma a fare la differenza è il modo in cui ci organizziamo per metterle in pratica: è tardi - ammonisce l’ex Presidente Usa - e le soluzioni non sono ancora ottimali”.
In senso più generale, Obama ha quindi posto l’accento su come il mondo del business, anche di quello del vino, sia stato in grado di muoversi verso soluzioni green nonostante un ambiente politico e mediatico piuttosto turbolento rispetto al tema dei cambiamenti climatici, specie dopo che l’attuale Presidente Usa Donald Trump ha ritirato l’adesione della prima economia mondiale agli accordi sul clima di Parigi del 2015: “nonostante l’arretramento della politica - continua Obama - certi principi sono diventati comunque la stella polare per il mondo economico, dimostrando che in termini di business si tratta di scelte di buon senso”. E questo, nonostante i limiti dei mezzi di comunicazione: “la gente sta perdendo fiducia in ciò che vede in Tv e non si fida di internet - ha concluso il 44esimo Presidente Usa - è arrivato il momento che sia il mondo dell’industria a parlare pubblicamente dell’impatto futuro dei cambiamenti climatici ed a investire oggi, anche in termini ambientali, per risparmiare dopo”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli