02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Al-Cantàra, Doc Etna Rosso Liolà Ullarallà 2017

Vendemmia: 2017
Uvaggio: Nerello Mascalese
Bottiglie prodotte: 999
Prezzo allo scaffale: € 30,00
Proprietà: famiglia Giuffrida
Enologo: Salvatore Rizzuto
Territorio: Etna

Edizione numerata, etichette acquerellate a mano una per una da Annachiara Di Pietro - sono novecentonovantanove - per questo Etna Rosso, maturato per 14 mesi in tonneau di rovere francese e castagno dell’Etna. Questo l’identikit del Liolà Ullarallà, l’ultima creazione per i collezionisti di Al-Cantàra, l’azienda vinicola di Pucci Giuffrida che quest’anno, per battezzare la sua ultima etichetta, sceglie il personaggio più esuberante concepito dalla penna di Luigi Pirandello. La versione 2017 restituisce al naso una prevalenza di sentori floreali con sfumature di nespola e pesca, insieme a tocchi di ciliegia e spezie. In bocca, il sorso è fine e succoso, dall’impatto immediatamente piacevole e dal finale ancora sul frutto. Al-Cantàra è nata nel 2005 e produce vini ben centrati. Estesa su 15 ettari a vigneto, per una produzione annua che si attesta su una media di 100.000 bottiglie. La cantina ha una filosofia chiara. In Contrada Feudo S. Anastasia, nel territorio del comune di Randazzo a 650 metri di altezza, sono allevati Nerello Mascalese, Nerello Cappuccio, Carricante, Grecanico, Cabernet Sauvignon e Pinot Nero, a questi si aggiungono le antiche varietà di ulivo Nocellara Etnea, Brandolfino e Nocellara Comune. Uve che danno origine a nomi ben precisi, quali “Lu Veru Piaciri”, “O’Scuru O’Scuru”, “Occhi di Ciumi”, “Luci Luci” e "Amuri di Fimmina e Amuri di Matri", per citarne solo alcuni.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli