02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Albino Rocca, Docg Barbaresco Ronchi 2015

Vendemmia: 2015
Uvaggio: Nebbiolo
Bottiglie prodotte: 8.000
Prezzo allo scaffale: € 44,00
Azienda: Albino Rocca
Proprietà: famiglia Rocca
Enologo: Paola Rocca
Territorio: Langhe

Un’azienda in grandissima parte al femminile: sono infatti tre sorelle, Daniela e Monica per l’amministrazione e le vendite, quindi Paola (aiutata da suo marito Carlo Castellengo), che opera fra vigne e botti, a gestire la cantina dopo la tragica scomparsa del loro papà, Angelo Rocca, deceduto prematuramente nel 2012 dopo un tragico incidente aereo. Anche se tutto ha inizio ai primi del Novecento, e anche se soltanto nel 1956 Giacomo Rocca comincerà a vinificare le uve di proprietà. La svolta più moderna e consona ai tempi, in ogni caso, prenderà piede proprio con suo nipote Angelo, figlio di Albino, che dalla metà degli anni Ottanta muterà filosofia e dinamiche aziendali, promuovendo fra gli altri un uso più compiuto delle tipologie di legno e una particolare attenzione alla sottolineatura dei caratteri dei suoi diversi cru. Fra i vigneti non solo Nebbiolo, ma anche Cortese, Moscato e Barbera, dislocati fra i diciotto ettari aziendali. Tornando però all’imperatore Nebbiolo, una citazione qualitativa e affettiva va alle tenute atte al Barbaresco, sia nella menzione Ovello sia in quella storica di Ronchi: esemplare anche nell’edizione 2015, affinata in botti grandi e tipicissima nei suoi timbri di viola, prugna e cassis. Dal palato fittissimo, con tannino presente ma di classe estrema, teso e avvolgente, reggerà sicuramente il passare del tempo con sfacciata nonchalance.

(Fabio Turchetti)

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli