02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO & ARTE

All'Aeroporto di Monaco di Baviera arriva "Amarone", mostra fotografica delle maestranze di Zenato

Gli scatti di Zenato fanno parte di "Behind Excellence", progetto di Air Dolomiti per il Festival Internazionale di Fotografia "Cortona On The Move"
AMARONE, VINO & ARTE, ZENATO, Mondo
Un lavoratore nei vigneti

L’Amarone è tra i vini più apprezzati del mondo, simbolo dell’Italia enoica di qualità e ricca di storia e tradizione. Ma se dietro ad ogni grande uomo c’è sempre una grande donna, dietro ad ogni grande vino ci sono grandi persone. Pochi prodotti al pari del vino, devono infatti contare sulla preparazione, la passione e l’impegno che ogni persona, dalla vigna alla cantina, ci mette per far sì che il risultato sia d’eccellenza. E sono proprio le persone, semplici eppure speciali e fondamentali, i protagonisti di “Behind Excellence”, il progetto di Air Dolomiti per il Festival Internazionale di Fotografia “Cortona On The Move”, in cui la fotografa Emanuela Colombo ha ritratto le maestranze della griffe dell’Amarone Zenato: lavoratori della vigna e della cantina, enologi fino ad arrivare a chi imbottiglia e chi confeziona il vino. È nata così la mostra fotografica “Amarone”, ospitata dall’aeroporto di Monaco di Baviera da oggi al 29 giugno, dove i viaggiatori potranno visitarla gratuitamente.
25 ritratti semplici, su sfondo bianco e, a dire dell’artista, scattati senza preavviso, in modo da catturare nell’obiettivo la normalità di una giornata al lavoro alla cantina Zenato come tutti gli altri. “Ho cercato di trasmettere il massimo realismo - spiega infatti la fotografa Emanuela Colombo - e la massima naturalezza. L’idea è stata quella di rappresentare una giornata normale delle maestranze dell’Amarone”.
La mostra “Amarone” è la n. 5 del progetto “Behind Excellence”, che mira a raccontare, attraverso il linguaggio universale della fotografia, le eccellenze dei territori italiani su cui vola Air Dolomiti da Monaco di Baviera. Sono già state ospitate dall’Aeroporto “La Confraternita” di Mattia Zoppellaro sulla Dogale Confraternita del Baccalà Mantecato di Mestre, “Holy sfogline”di Tommaso Bonaventura sulle lavoratrici della pasta fresca bolognese, “I Gladiatori di Nettuno” di Piero Martinello sui pescatori pugliesi e “The Proud Winegrowers” di Edoardo Delille sui vignaioli del Chianti.
“Siamo molto orgogliosi che l’Amarone Zenato sia stato scelto come simbolo di eccellenza italiana - commenta Nadia Zenato - ed esempio di quell’impegno costante che mettiamo giorno dopo giorno in tutte le fasi della produzione, dalla vigna, alla cantina fino al confezionamento del prodotto finale. Crediamo fortemente in iniziative come queste, volte alla promozione del territorio e della storia che sta dietro a tutte quelle eccellenze di cui il nostro Paese è ricchissimo, volano fondamentale per un’economia capace sempre più di attrarre consumatori provenienti dall’estero e di trainare e coinvolgere un più ampio sistema Paese”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli