02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Braida, Docg Barbera D'Asti Bricco dell'Uccellone 2016

Vendemmia: 2016
Uvaggio: Barbera
Bottiglie prodotte: 70.000
Prezzo allo scaffale: € 49,00
Proprietà: Raffaella e Giuseppe Bologna
Enologo: Giuseppe Bologna, Paolo Chiola
Territorio: Asti

Nessun’altra cantina si identifica con un vitigno come quella con sede a Rocchetta Tanaro. Da oltre mezzo secolo è saldamente tra le aziende piemontesi più amate, passando dal fondatore Giuseppe Bologna detto “Braida” al figlio Giacomo fino all’attuale guida dei nipoti Giuseppe e Raffaella, capaci di mantenere la nobiltà e la qualità della Barbera tanto ricercata dal loro padre. Il lavoro che Giacomo Bologna ha condotto su questo vitigno, infatti, ha aperto la strada a un’intera generazione di vignaioli che, dopo di lui, iniziarono a lavorare in modo convinto questa varietà precedentemente considerata un po’ la “Cenerentola” dei vitigni piemontesi, schiacciata dal blasone del Nebbiolo. E invece Giacomo Bologna, con il “Bricco dell’Uccellone”, dimostrò che la Barbera poteva stare accanto ai Barolo e ai Barbaresco anche in fatto di longevità. Studiando suoli ed esposizioni, lavorando sulle maturazioni e affinandone le vinificazioni, riuscì a trasformare in “Principessa” anche la Barbera. Oggi l’azienda, che può contare su 70 ettari a vigneto per una produzione di 700.000 bottiglie, rappresenta l’immagine fedele della filosofia di Giacomo, del suo modo d’intendere la vita, la terra e il vino. Il Bricco dell’Uccellone 2016 è rosso dai profumi di piccoli frutti rossi, menta, vaniglia e liquirizia. In bocca, il sorso è carnoso, morbido e generoso, dal finale pieno e dai ritorni fruttati.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli