02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Ca’ del Bosco e Cuvée Prestige: 10 anni festeggiati con una verticale di 10 annate e con un’asta di sculture in ceramica by Bertozzi & Casoni da 115.000 euro di ricavo, devoluti a Dynamo Camp, in una delle aste charity legate al vino top in Italia

Ca’ del Bosco e Cuvée Prestige: 10 anni di successi festeggiati con una verticale delle 10 annate del vino e con un’asta di sculture in ceramica by Bertozzi & Casoni, 10 pezzi unici figli di un percorso costruito insieme all’azienda, con con protagonista la terra - che dà origine all’argilla, da una parte, che dà vita alla vite, dall’altra - protagonisti di una delle aste charity legate al vino con il maggior successo di sempre in Italia, che ha portato a 115.000 euro di ricavo devoluti a Dynamo Camp, primo centro di Terapia Ricreativa in Italia che opera a livello nazionale ed è parte del network internazionale SeriousFun Children’s Network, fondato nel 1988 da Paul Newman. Un incontro, scritto nel destino, si potrebbe dire, perché Dynamo Camp, nel 2017, compie dieci anni, come la Cuvée Prestige.
Ma non è tutto. Gli artisti Bertozzi & Casoni hanno prestato la loro creatività anche per la reinterpretazione dell’inconfondibile etichetta di Cuvée Prestige, ispirati dalle loro sculture, rinsaldando un altro legame storico, quello tra Ca del Bosco e l’arte contemporanea. La produzione di Cuvée Prestige (con millesimo in prevalenza 2015) in vendita da fine ottobre a tutto dicembre 2017 (50.000 bottiglie in totale) avrà, a sorpresa, quest’etichetta in edizione limitata. Solo 1 bottiglia delle 6 presenti in ogni cassa avrà l’etichetta speciale, rendendo ancora più esclusivo il possesso della stessa.
A ribadire il valore di questo vino per Ca’ del Bosco, cantina guidata da Maurizio Zanella, ma anche per l’intera Franciacorta, una degustazione verticale di grande interesse che ha visto, ieri a Milano, protagoniste le 10 annate (2005-2006-2007-2008-2009-2010-2011-2012-2013-2014, cioè le Cuvée con in prevalenza l’annata in etichetta, visto che stiamo parlando di un non millesimato) conservate nella cantina aziendale di Erbusco. Si è trattato, quindi, di un assaggio di vini non dosati, ed espressamente “degorgiati” (sboccati) à la volée per questa degustazione. Un’esperienza importante, che ha restituito un vino nella sua evoluzione nel tempo, con non poche sorprese visto che stiamo parlando pur sempre di un prodotto “base”.
Un vino che è l’espressione piena e matura di Ca’ del Bosco. Un vino non millesimato e multi annata, creato nel 2005 per includere nel portafoglio prodotti dell’azienda di Erbusco un Franciacorta capace di restituire una cifra stilistica e una qualità tendenzialmente costante, al di là delle annate, che ha ulteriormente amplificato il successo di Ca’ del Bosco, specialmente sul mercato interno e che in dieci anni ha quadruplicato il suo peso in termini di bottiglie, arrivando all’attuale milione di pezzi prodotti per l’ultima versione, la 2015, quella appunto del decennale.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli