02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Cantine di Nessuno, Doc Etna Rosso Milice 2017

Vendemmia: 2017
Uvaggio: Nerello Mascalese
Bottiglie prodotte: 2.400
Prezzo allo scaffale: € 32,00
Proprietà: famiglie Costanzo e Brancatelli
Enologo: Nicola Centonze, Gian Domenico Negro
Territorio: Etna

Un nome che riecheggia le pagine omeriche in cui Ulisse, “Nessuno” per l’appunto, si presentò al cospetto di Polifemo, introduce a questo progetto enologico etneo. Siamo nel versante sud-est del vulcano, tra Fleri e Trecastagni, ad un’altezza tra i 700 metri del Monte Gorna, gli 800 di Carpene e i 900 metri del Monte Ilice. Qui, la famiglia Costanza coltiva 10 ettari a vigneto, con le sole uve tradizionali di questi luoghi, dal Nerello Mascalese al Nerello Cappuccio, dal Carricante al Catarratto. È ottenuto dal vigneto di Monte Ilice, il vino oggetto del nostro assaggio che fa il paio con l’Etna Bianco che porta lo stesso nome, formando una coppia di Cru, come è ormai diventata prassi comune nella costruzione di quasi tutti i portafoglio etichette dei vini prodotti sull’Etna. L’areale del vulcano sta conoscendo un’espansione notevole con cantine e progetti enologici che nascono in gran numero, attorno ad un terroir di particolare vocazione e che ancora non sembra aver dimostrato per intero le sue potenzialità. Affinato per 15 mesi in tonneau l’Etna Rosso Milice 2017, propone un bagaglio olfattivo ricco e intenso, da cui emerge un rigoglioso fruttato che sa di ciliegia e prugna matura e a cui si affiancano note di cuoio, tabacco e vaniglia. In bocca, il vino possiede un ingresso morbido e uno sviluppo altrettanto lieve, con tannini risolti e un finale largo dai ritorni fruttati e speziati.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli