02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

CANTINE RIUNITE & CIV CON 533,59 MILIONI DI EURO (DI CUI 348 MILIONI DEL GRUPPO ITALIANO VINI), CAVIRO, CON 224,31, E GRUPPO MEZZACORONA CON 163,05: ECCO LE CANTINE TOP PER FATTURATO 2013 NELLA CLASSIFICA DI ANNA DI MARTINO (“CORRIERE DELLA SERA”)

Il colosso Cantine Riunite & Civ con 533,59 milioni di euro (di cui 348 milioni dalla controllante Gruppo Italiano Vini), seguita da Caviro, con 224,31 milioni di euro, e dal Gruppo Mezzacorona con 163,05 milioni di euro: ecco il podio delle cantine che hanno fatturato di più, in Italia, nel 2013, nelle anticipazioni dell’ormai tradizionale classifica, realizzata dalla giornalista Anna Di Martino, che sarà pubblicata integralmente su “CorriereEconomia” del “Corriere della Sera”. Da cui emerge, intanto, che al vertice del vino italiano, per fatturato, c’è il mondo cooperativo, che occupa tutto il podio. Che 14 sono le aziende che, nel 2013, hanno superato i 100 milioni di euro di fatturato, e che queste sole 14 realtà hanno fatturato, complessivamente, 2,38 miliardi di euro (+6,45% sul 2012), più del 20% del totale italiano, e con una netta propensione all’export, da dove arriva ben il 64,17% del fatturato complessivo, per una produzione di 970 milioni di bottiglie.
“La testa del mercato - commenta, a WineNews, Anna di Martino - è sempre più dominata dal mondo cooperativo, con Cantine riunite & Civ, irraggiungibili al primo posto assoluto, grazie in particolare al controllo del Gruppo Italiano Vini (Giv), seguite dalla corazzata Caviro, che si conferma, anche quest’anno il più grande produttore d’uva del Bel Paese. Alle spalle del tris di cooperative alla testa del settore, ecco Marchesi Antinori, protagonista del secondo importante exploit 2013: la prestigiosa griffe fiorentina sale infatti dal sesto al quarto posto e risulta la maggiore realtà produttiva privata del mercato italiano. Alle sue spalle Gianni Martini, titolare dell’omonima grande azienda di vinificazione e imbottigliamento, si piazza al quinto posto, seguito al sesto dalla Casa vinicola Zonin, che anno dopo anno sale in graduatoria, dividendo con Marchesi Antinori il podio delle due più grandi cantine private a controllo familiare di taglio squisitamente produttivo. Al settimo, ecco un’altra grande realtà cooperativa: è la trentina Cavit che chiude il 2013 con un piccolo arretramento. Stabile il comparto vino del Gruppo Campari all’ottavo posto, seguito dalla casa vinicola Botter (realtà tipicamente commerciale) che guadagna invece ben tre posizioni. Il decimo posto tocca a Enoitalia e all’undicesimo si inserisce Cevico che, grazie ad un incremento a due cifre, entra nell’olimpo delle cantine con più di 100 milioni. Il gruppo dei big si completa con la Cantina di Soave, il Gruppo Santa Margherita (con il 2013 supera il tetto dei 100 milioni e guadagna una posizione in classifica) e la Ferdinando Giordano vini che sta affrontando le difficoltà del mercato interno con una robusta strategia di crescita all’estero”.
Tra le curiosità che emergono dalla “top 14” della classifica, il doppio primato di Casa Vinicola Botter Carlo & C, che mette a segno la più altra crescita in percentuale del fatturato, a +29,5% (seguita da Cevico, +22,09%, e Caviro +12,67%), e la maggior propensione assoluta all’export, con ben il 95,5% del fatturato realizzato oltre confine (davanti a Fratelli Martini, con il 90%, e Gruppo Mezzacorona con l’82%).

Focus - La classifica
Azienda/Fatturato 2013 (in milioni di euro)/Varizione %/Export in milioni di euro (ed in %)/numero di bottiglie (in milioni)
1 - Cantine Riunite & Civ 533,59/4,20/333,6 (62,5)/216,1
(di cui: Giv - Gruppo italiano vini/348,00/-6,50/252,0 (72,0)/92,0
2 - Caviro 224,31/12,67/54,00 (24,1)/191,8
3 - Gruppo Mezzacorona/163,05/1,70/133,6 (82,0)/48,0
4 - Marchesi Antinori 160,00/7,00/97,9 (65,0)/ 22,7
5 - Fratelli Martini 159,20/0,50/143,3 (90,0)/ 50,0
6 - Casa Vinicola Zonin 154,00/10,00/117,0 (76,0)/42,0
7 - Cavit 152,90/-0,10/119,3 (78,0)/70,0
8 - Gruppo Campari 149,20/7,40/114,3 (76,6)/39,3
9 - Casa vinicola Botter Carlo & C. 136,00/29,50/130,0 (95,5)/ 65,0
10 - Enoitalia 128,00/13,29/97,0 (76,0)/83,0
11 - Cevico 116,97/22,09/24,6 (21,0)/68,0
12 - Cantina di Soave 103,00/-4,53/52,0 (50,0)/33,0
13 - Santa Margherita 102,14/7,10/62,8 (61,5)/ 17,3
14 - Ferdinando Giordano vini 101,10/-8,00/50,1 (49,6)/24,0
Totale -  14 aziende 2.383,46/6,45%/1.529,53 (64,17%)/970,2

Note:
Cantine riunite & Civ: fatturato consolidato stimato. Alcuni dati emergono dalla somma tra il bilancio civilistico di Cantine riunite & Civ e il bilancio consolidato del Giv.
Giv: la flessione del fatturato è dovuta alla cessione alla capogruppo Cantine riunite & Civ della divisione Coltiva. A parità di perimetro l’azienda registra un incremento del fatturato del 3%.
Gruppo Campari: polo vino dell’omonima multinazionale del beverage.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli