02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
LA CINA E IL VINO ITALIANO

Capodanno Cinese, brindisi made in Italy: i vini Carpineto, per l’evento ufficiale, con l’Ambasciata

L’Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese celebra la sua festa più tradizionale alla Galleria Borghese a Roma con l’artista Liu Bolin (7 febbraio)

Se la passione della Cina per i vini italiani è realtà, la conferma arriva dalla festa più tradizionale del Celeste Impero che si celebra in tutto il mondo: il Capodanno Cinese, che, in Italia, sarà di scena il 7 febbraio a Roma nell’evento patrocinato dall’Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese nella prestigiosa cornice della Galleria Borghese, dove si brinderà con i vini della griffe toscana Carpineto, scelti per accompagnare l’art live performance del fotografo e body painter cinese di fama internazionale Liu Bolin.
“Una partecipazione emblematica della propensione di Carpineto verso il gusto e il mercato cinesi, ricambiata dalla loro passione per alcuni nostri vini in particolare. Nell’ultimo anno tra i consumatori cinesi abbiamo registrato una forte crescita di interesse, grazie anche agli accordi con partner strategici su quel mercato e alla vendita on line su piattaforme dedicate. Abbiamo le prospettive per crescere notevolmente anche nel 2019 nel Celeste Impero”, sottolinea Antonio Michael Zaccheo, alla guida di Carpineto.
La live performance di Bolin nell’evento Rome Chinese New Year Celebration, organizzato da Krt e Montenapoleone District in un connubio tra arte, tradizione e glamour contemporaneo che vede protagonista oltre la Capitale anche Milano, sarà seguito da un cocktail alla presenza dell’artista con nei calici i vini rosso e rosato della linea Dogajolo e lo Spumante Brut di Carpineto che sposano la cucina fusion.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli