02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Castello della Sala, Umbria Igt Pinot Nero della Sala 2016

Vendemmia: 2016
Uvaggio: Pinot Nero
Bottiglie prodotte: 19.300
Prezzo allo scaffale: € 46,00
Proprietà: famiglia Antinori
Enologo: Massimiliano Pasquini
Territorio: Umbria

La Tenuta del Castello della Sala, acquistata nel 1940 dalla famiglia Antinori, si estende su una superficie totale di 500 ettari, di cui 160 a vigneto, per una produzione media di 760.000 bottiglia. Non è un mistero che per gli appassionati, questa azienda sia soprattutto sinonimo di produzione bianchista e sia, altrettanto primariamente, la culla del Cervaro della Sala, forse uno dei bianchi più significativi dell’intera produzione tricolore, nato nel 1985 con l’intento di affiancare un bianco significativo ai grandi rossi toscani, guardando stilisticamente al modello borgognone. Ma Castello della Sala non è, evidentemente, soltanto l’opificio bianchista di casa Antinori. Guardando ancora alla Borgogna e considerando la situazione pedoclimatica tendenzialmente favorevole dell’areale, nella cantina umbra si produce, tra gli altri, un rosso a base di Pinot Nero decisamente ben centrato. Ottenuto da 4 ettari di vigneto a suolo calcareo, posti ad oltre 400 metri sul livello del mare, il Pinot Nero Castello della Sala nacque nel 1990. La versione 2016 possiede un bagaglio olfattivo delicato che va dalle spezie al sottobosco, per poi virare su note di viola e rosa con cenni di mirtillo a rifinitura. In bocca, entra morbido, per poi svilupparsi non privo di ritmo, con sapidità e tannini raffinati. Il finale è lungo e bilanciato. Un vino da subito piacevole, ma con buon potenziale di invecchiamento.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli