02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

“Ci regalerà un finale ad alta tensione”: ecco, per il direttore del Giro d’Italia Mauro Vegni, oggi a Vinitaly, la Franciacorta Stage, nuova “eno-tappa” tra i vigneti delle grandi bollicine (23 maggio). Moretti: “Vino e ciclismo, passione e tenacia”

Italia
Il Giro di Italia pronto alla tappa in Franciacorta

“Non sarà una tappa affatto scontata. Subito dopo la cronometro e prima delle tappe di montagna la corsa rosa attraverserà alcuni tra i paesaggi più belli della Franciacorta, e ci regalerà un finale ad alta tensione”: ecco, nelle parole di Mauro Vegni, direttore del Giro d’Italia, oggi nella presentazione ufficiale a Vinitaly a Verona, la “Franciacorta Stage”, nuova “eno-tappa” (sarà la n. 17) del Giro n. 101, unica dedicata al vino, con partenza da Riva del Garda ed arrivo ad Iseo passando attraverso i Comuni della Franciacorta, Ome, Rodengo Saiano, Paderno Franciacorta, Bornato, Cazzago San Martino, Erbusco, Corte Franca, Iseo, Provaglio d’Iseo, Monticelli Brusati e Passirano. “Il ciclismo è uno sport che ha alla sua radice la passione, il sacrificio, la tenacia, la determinazione. Sono caratteristiche simili a quelle che ogni produttore vitivinicolo di Franciacorta ha in questi anni saputo metter in campo per riuscire ad ottenere risultati di eccellenza riconosciuti in tutto il mondo”, ha detto il presidente del Consorzio Franciacorta, Vittorio Moretti.
A Pier Bergonzi, vice direttore della Gazzetta dello Sport, il compito di svelare il celeberrimo “Trofeo senza fine”, simbolo della Gara, e la maglia ufficiale della tappa che, firmata Castelli e di un intenso colore blu, propone un soggetto grafico “optical” dove l’incrocio delle linee richiama i filari ed i vigneti del paesaggio della Franciacorta. E, ovviamente, anche il Franciacorta si veste con un’etichetta celebrativa dedicata alla storica tappa, dopo, andando a ritroso negli anni, la “Sagrantino Stage”, la “Chianti Classico Stage”, la Treviso-Valdobbiadene, la Barbaresco-Barolo e la tappa su sterrato tra i vigneti di Brunello a Montalcino. E con il Giro che, nelle sue 21 tappe, toccherà anche i territori di Etna, Sannio, Verdicchio (con arrivo ad Osimo), Prosecco (arrivo a Nervesa della Battaglia, tra Conegliano e Valdobbiadene) e Trentodoc, nella crono Trento-Rovereto.
E tutta la Franciacorta si tingerà di rosa e sarà animata nei giorni precedenti la tappa dai tanti imperdibili eventi - tra food & wine, arte e cultura, sport e natura - che coinvolgeranno tutti anche al di fuori del territorio. Già a partire da domani i più curiosi potranno lanciarsi nelle prime attività organizzate in occasione del Salone del Mobile a Milano, facendo un giro su Tram Corallo, ad esempio. Un salotto viaggiante nello storico tram 1928 riletto in chiave contemporanea, che circolerà nel distretto di Brera. Sempre in occasione del Salone, l’eleganza di Franciacorta incontra la creatività di Studio Pepe, in un progetto inedito ed esclusivo: Club Unseen. Uno spazio segreto nel cuore di Milano in cui godere di prodotti simbolo dell’eccellenza unici nel loro genere, avvolti da un contesto contemporaneo, rilassante ed informale. La Notte Rosa di Iseo del 18 maggio aprirà poi il weekend più atteso del mese, quello in cui Aspettando il Giro coinciderà con Aspettando il Festival, in cui cantine e ristoranti organizzeranno eventi e menù a tema. In giugno tornerà infatti, in una veste più glamour e internazionale, anche il Franciacorta Summer Festival. Il via dall’1 al 3 giugno con un weekend dedicato al food, che avrà il suo momento culmine nel bellissimo parco della settecentesca Villa Fassati Barba di Passirano.
Martina Cambiaghi, assessore allo Sport di Regione Lombardia, ha sottolineato l’importanza delle wine stage come strumento di valorizzazione del territorio e delle eccellenze italiane, di cui Franciacorta è uno dei maggiori esempi: “lo sport non è mai solo sport, ma un’occasione per unire e arricchire. Nel caso del Giro d’Italia, a questo grande valore si aggiunge la riscoperta del territorio”. Proprio in rappresentanza del meraviglioso territorio che farà da cornice alla manifestazione è intervenuta infine Camilla Alberti, Vice Presidente Strada del Vino Franciacorta: “è con orgoglio e soddisfazione che ci stiamo preparando ad accogliere questo evento nella nostra terra che non è solo un luogo in cui si producono grandi vini, ma anche luogo di grandi emozioni. Emozioni che ci accompagneranno per tutto il mese, grazie ai tanti eventi del calendario di Aspettando il Giro”. Infine, l’immancabile brindisi con il Franciacorta dedicato alla tappa.
Info: www.franciacorta.net

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli