02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Ciavolich, Colline Pescaresi Igp Pecorino Fosso Cancelli 2018

Vendemmia: 2018
Uvaggio: Pecorino
Bottiglie prodotte: 2.500
Prezzo allo scaffale: € 25,00
Proprietà: Chiara Ciavolich
Enologo: Romano D'Amario
Territorio: Abruzzo

È una storia di vino e commerci con Paesi lontani quella di Ciavolich, una delle più antiche cantine abruzzesi, fondata a Maglianico (Chieti) da una famiglia bulgara di mercanti di lana nel 1853. Sfollato dalle SS nel ‘43, l’edificio originario nel centro del borgo oggi non è più utilizzato per le vinificazioni e ospita un percorso museale con sala degustazione, mentre il cuore produttivo dell’azienda si trova a Loreto Aprutino, con 35 ha di vigneti a Montepulciano, Trebbiano e Cococciola piantati a partire dagli anni ‘60. Altri 15 ettari si trovano a Pianella, 6 a Montepulciano e 1 a Pecorino. Sono 13 i vini prodotti dalla cantina con le uve del territorio, suddivisi in tre linee, Ciavolich, orientata su pulizia e schiettezza dei profumi varietali, Meteore per i vini nati da vendemmie o sperimentazioni particolari e Fosso Cancelli, incentrata su fermentazioni spontanee e materiali antichi come terracotta, legno e cemento. Per il Pecorino Fosso Cancelli l’avvio della fermentazione avviene con l’aggiunta di pied de cuve di lieviti indigeni ottenuto in precedenza dalle stesse uve. Il vino affina per circa 2 anni sulle fecce nobili in botti di rovere di Slavonia da 15 hl e anfore di terracotta, poi imbottigliato senza filtrazione. Di un bel giallo dorato, libera aromi mielati, dai ricordi di erbe di campo e agrumi. Il sorso è fresco e carnoso, con una sapidità avvolgente e un finale lungo con sfumature citrine, accarezzato da una piacevole sensazione tannica.

(Giambattista Marchetto)

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli