02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

ColleOnorato, Doc Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore La Giostra 2018

Vendemmia: 2018
Uvaggio: Verdicchio
Bottiglie prodotte: 6.000
Prezzo allo scaffale: € 16,00
Proprietà: Luca Silvestri, Giulia Borioni
Enologo: Emiliano Falsini
Territorio: Jesi

La strada in cui è nata Giulia Borioni, dov’era la vecchia cantina degli inizi del secolo scorso e dove è sorta da pochi anni quella nuova, ha dato il nome all’azienda in cui Giulia, che dopo gli studi in economia e marketing nel sistema agro-industriale, ha concentrato la sua voglia di intraprendere e creare, dando esito a una vocazione che serpeggiava nella sua famiglia da ben quattro generazioni e che lei è riuscita a realizzare. Il contributo essenziale nella produzione di vini artigianali non convenzionali, che rendono ancor più attuale e viva la tradizione enologica del territorio, arriva da Luca Silvestri. Nei vigneti, situati al confine tra la provincia di Ancona e quella di Macerata, a poche centinaia di metri dalla Abbazia di Sant'Urbano e sovrastati dal Castello di Rotoscio, crescono uve di Verdicchio, Montepulciano, Sangiovese, Lacrima e Merlot. Nelle etichette dei vini prodotti si nota la filosofia che ispira la produzione, definita un’arte capace di creare orchestrazioni sensoriali. Il Verdicchio Castello di Jesi 2018 si presenta alla vista di un bel paglierino carico. Il naso è colpito da note di mela cotogna e pesca bianca. Piacevoli note fresche di erba cedrina e salvia a seguire, quindi cenni di pompelmo. L’ingresso in bocca lo trova caldo, struttura avvolgente, bilanciata nel rapporto alcol-acidità. Sorso godibile e lungo, con sapidità invitante che si mostra sul finale.

(Leonardo Romanelli)

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli