02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Dalla pasta al vino: Adolfo De Cecco, rampollo della famiglia che guida il celebre marchio della pasta De Cecco, avrebbe acquisito, a titolo personale, cantina e vigneti a Ofena, nei pressi de L’Aquila, per un progetto vinicolo tutto da costruire

Un buon piatto di pasta con un buon calice di vino: sintesi perfetta dell’Italia a tavola. Che oggi si concretizza sotto l’egida della famiglia De Cecco, alla guida dello storico marchio di pasta italiana di Fara San Martino. Da rumors WineNews, Adolfo De Cecco, rampollo della famiglia, avrebbe acquistato, a titolo personale (senza il coinvolgimento del gruppo De Cecco, ndr) una decina di ettari di vigneti e una cantina a Ofena (L’Aquila) dalla famiglia Gentile (che avrebbe mantenuto parte dei vigneti di proprietà e il marchio).
Per un progetto vinicolo, quello di De Cecco, tutto da costruire e che, da quanto si apprende, punterebbe sull’alto di gamma, avvalendosi anche della consulenza di importanti consulenti enologi d’Italia e di Francia. E che, in ogni caso, è una bella scommessa sul vino d’Abruzzo e sul territorio de L’Aquila, che ha bisogno anche di nuove iniziative imprenditoriali per dare sostanza al rilancio dopo il tragico terremoto del 2009.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli