02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VENDEMMIA FRANCESE

Dalle ultime previsioni di Agreste, il vigneto Francia produrrà 44,5 milioni di ettolitri

Nessun danno dalle ondate di caldo di luglio ed agosto, in Borgogna, Beaujolais, Alsazia e Champagne produzione in crescita
AGRESTE, FRANCIA, PREVISIONI, QUALITA, QUANTITA, VENDEMMIA, Mondo
Le ultime stime di Agreste

Se si poteva dubitare della precisione delle previsioni di luglio, quelle emerse dall’ultima nota di Agreste, il dipartimento di statistica del Ministero delle Politiche Agricole di Francia, si possono considerare pressoché definitive: l’ondata di caldo delle ultime settimane non sembra aver intaccato il potenziale produttivo del vigneto francese, con le stime delle associazioni professionali, più caute, che parlano di 44,5 milioni di ettolitri. Muffe e parassiti si sono propagati un po’ dappertutto dopo le piogge primaverili, ma il fenomeno ha intaccato il raccolto solo in qualche zona dei bacini dell’Atlantico e del Mediterraneo. Rispetto alla media quinquennale, le uniche Regioni che registreranno un calo produttivo sono Languedoc-Roussillon, Corsica e Sud Est, mentre l’ondata di caldo che ha colpito la Francia i giorni scorsi ha avuto il merito di rallentare la progressione delle malattie, anticipando però i tempi della raccolta, specie in Borgogna, Beaujolais, Alsazia e Champagne, dove la produzione è prevista in crescita del 39%. A Bordeaux, infine, la peronospora ha colpito principalmente il Merlot, ma non dovrebbe impedire alla produzione di ritornare a livelli più coerenti con le medie quinquennali, tra 5,4 e 5,8 milioni di ettolitri.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli