02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Fatturato a +32,9% nel 2016 sul 2015, a quota 157 milioni di euro, grazie soprattutto alla crescita in Usa con la gestione diretta della commercializzazione negli States: la “case history” del gruppo vinicolo Santa Margherita

Italia
I vertici del gruppo vinicolo Santa Margherita

Un fatturato in crescita del 32,9%, a quota 157 milioni di euro, con un ebitda di 56,4 milioni di euro, grazie anche, o soprattutto, alla nuova gestione diretta della commercializzazione di tutti i brand su un mercato fondamentale, complesso e costoso come quello americano: è la “case history” di Santa Margherita, una delle più importanti realtà del vino italiano, gruppo fondato nel 1935 da Gaetano Marzotto, e che oggi mette insieme molti territori top del vino italiano, come Veneto Orientale, Conegliano-Valdobbiadene, Franciacorta, Trentino-Alto Adige, Chianti Classico, Maremma e Sicilia, con o brand Santa Margherita, Torresella, Ca’ del Bosco, Kettmeir, Lamole di Lamole, Vistarenni, Sassoregale e Terrelíade, per un totale di 19 milioni di bottiglie, vendute ogni anno in 90 Paesi del mondo.

“Alla crescita importante del mercato Usa,+69,5%, hanno fatto riscontro anche importanti affermazioni - spiega un comunicato del gruppo - in tutti gli altri mercati: in Italia l’incremento è stato dell’8,9% (il tasso di sviluppo della ricchezza prodotta nel nostro Paese non ha superato lo 0,9%); in Europa si sono registrati risultati significativi in Germania (più 7,8%), Svizzera (più 13,2%) e in Russia, dove gli acquisiti dei vini del Gruppo sono più che raddoppiati. Importante anche lo sviluppo nell’area Asia-Pacifico con un’Australia che cresce ancora a doppia cifra (più 14,4%) a fronte di un tasso d’incremento medio dell’area del 9,0%: un risultato ancora più eclatante se si considera il ruolo di Paese produttore dell’Australia e dei nuovi accordi commerciali fra i produttori australiani e la Cina, il mercato di riferimento dei prossimi anni.
Gli Usa si confermano la prima area di sbocco per i vini del gruppo vinicolo Santa Margherita col 52,0% delle vendite a valore; l’Italia, col 29,6%, è il secondo mercato”.
Forte di questi risultati, Santa Margherita ha investito nel 2016 27,5 milioni di euro per il potenziamento del quartier generale del gruppo, la cantina di Fossalta di Portogruaro, con un moderno impianto di imbottigliamento che verrà inaugurato quest’anno, ed all’acquisto di nuovi terreni e vigneti in diverse realtà vinicole italiane fra le quali Refrontolo, nel cuore della Docg Conegliano Valdobbiadene.

“Il 2016 - commenta il presidente del Gruppo Vinicolo Santa Margherita, Gaetano Marzotto - ha confermato la validità della scelta di agire direttamente, con la nostra Società, nel mercato statunitense e di operare coinvolgendo tutti i brand che fanno parte del Gruppo. Si è trattato di un investimento molto importante, 14 milioni di euro soltanto in questa prima fase, che è strategico e getta basi ulteriori per la nostra crescita e per il consolidamento della leadership che ha il vino italiano. Personalmente, mi piace sottolineare anche la crescita in Italia nel 2016 che ha confermato i buoni dati già raggiunti dal nostro mercato interno negli anni scorsi, quando ancora più pesanti erano gli effetti della crisi economica: un segnale importante, positivo per tutti”.
“Il 2017 vedrà Santa Margherita Gruppo Vinicolo impegnato ancora su molti versanti - aggiunge Ettore Nicoletto, ad del Gruppo Vinicolo Santa Margherita, - proseguirà l’azione negli Usa, facendo conoscere sempre di più tutti i vini del nostro mosaico enologico. Soprattutto avremo ulteriori novità sul versante produttivo; in particolare, l’avvio definitivo della nuova linea di imbottigliamento nella Cantina di Fossalta di Portogruaro permetterà a Santa Margherita di proseguire in questo trend espansivo nei mercati di riferimento, a supporto di una domanda molto vivace”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli