02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

“FIGHT FOR PINK”: ROSA LA MAGLIA E ANCHE IL BRINDISI, CON ASTORIA, VINO UFFICIALE DEL “GIRO D’ITALIA”. LO SPUMANTE ROSATO “9.5 PINK” DELLA CANTINA TREVIGIANA ON STAGE SUL PODIO A FINE DI OGNI TAPPA. QUALE ABBINAMENTO MIGLIORE SE NON ROSA SU ROSA?

Il “Giro d’Italia” parte il 5 maggio al grido “Fight for Pink” (lo slogan ufficiale): e se rosa è la maglia, nelledizione 2012, rosa è anche il brindisi, con Astoria, le cui etichette saranno il vino ufficiale della più importante e famosa competizione ciclistica italiana. Il nuovo spumante rosato “9.5 Pink” dell’azienda trevigiana sarà infatti sul podio alla fine di ogni tappa: quale abbinamento migliore se non rosa su rosa?. Così, Astoria ha siglato un accordo di fornitura con Rcs sport e sarà quindi il vino ufficiale del “Giro d’Italia”. I vini Astoria saranno protagonisti nella carovana pubblicitaria, nell’area ospitalità, e sul podio alla fine di ogni tappa, quando verrà stappato “9.5 Pink”, che per l’occasione si veste anche di rosa con una bottiglia creata ad hoc.
“È un accordo importante che ci permetterà di essere protagonisti nella grande carovana rosa che per tre settimane attraverserà l’Italia, e, soprattutto, sul podio - raccontano Paolo e Giorgio Polegato alla guida della cantina - abbiamo scelto il Pink non solo per questioni di affinità cromatiche, ma anche per portare nel mondo del ciclismo un messaggio di moderazione e attenzione”.
Astoria non è nuova a collaborazioni nel mondo del ciclismo: “la nostra passione per il mondo del ciclismo - continuano Paolo e Giorgio Polegato - è nata molto tempo fa ed è frutto di un solido legame con la nostra terra e con uno sport che qui, sulle colline del Prosecco, vanta migliaia di appassionati. Non a caso negli anni siamo stati partner di tantissime gare sul territorio e, tra i grandi, sosteniamo da due stagioni il team Liquigas di Ivan Basso & Co”.
Info: www.astoria.it

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli