02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
EDITORIALE

Giovinezza realizzata

Territorio: Bolgheri

Sono stati festeggiati da pochissimo i 25 anni di vita della Doc Bolgheri. Una denominazione decisamente giovane, almeno a guardare ai tempi classici della viticoltura, che ha saputo in un quarto di secolo raggiungere traguardi che in altre denominazioni, anche plurisecolari, sono di là dall’arrivare. Basterebbe questo a dipingere uno degli areali del Bel Paese in bottiglia più significativi e sorprendenti, per certi versi. La superficie a vigneto è passata dai 250 ettari a fine secolo agli attuali 1.370 (1.185 a denominazione e il resto ad Igt) per un totale di oltre sessanta realtà produttive che allevano Cabernet Sauvignon per il 36,67%, Merlot 23,42%, Cabernet Franc 11,98%, Petit Verdot 6,46%, Syrah 6,65%, Sangiovese 1,48%, Vermentino 8,84%, Viognier 1,43% e Sauvignon Blanc 0,59%. Un incremento non solo in termini dimensionali ma anche valoriali, che oggi vede un ettaro bolgherese a vigneto quotarsi oltre i 400.000 euro. Un percorso in cui, solo per fare un altro esempio meritorio, sono stati condotti ben due studi di zonazione (1994 e 2000) che, nel 2007, hanno consegnato ufficialmente una dettagliata e articolata fotografia dell’areale. Un lavoro che in altre zone altrettanto blasonate, ma molto più storicizzate, stenta ad essere addirittura evocato. E poi ci sono Albiera Antinori, Priscilla Incisa della Rocchetta e Cinzia Merli pronte a guidare un Consorzio tutto al femminile, in un mondo quello del vino, quasi sempre tutto al maschile. Bolgheri, insomma, sostiene un ruolo importante nel panorama viticolo nazionale. Senza inutili giri di parole, è la denominazione più in salute della Toscana, e, specie negli ultimi anni, è diventata il suo “faro” in termini di notorietà e soprattutto in termini di vendita, nonostante una concorrenza a dir poco agguerrita.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

TAG: BOLGHERI

Altri articoli