Vernaccia 175x100 manchette
Marchesi Barolo 175x100 manchette

Gli insegnamenti di Leonardo da Vinci, arrivati fino alla viticoltura dei giorni nostri

Felice (ad Caviro): “prima di Leonardo e dopo Leonardo c’è un modo diverso di fare il vino e di quella rivoluzione a noi è arrivato tantissimo”

Il vino prima di Leonardo da Vinci, la cui portata rivoluzionaria va ben al di là dell’arte, e tocca anche l’enologia e la viticoltura, era pressoché imbevibile senza aggiunta di acqua, spezie o altri ingredienti. Il Genio, che faceva dell’osservazione il punto di partenza di qualsiasi argomento si trovasse di fronte, ha fissato dei principi validi ancora oggi – dalla fertilizzazione dei terreni alla macerazione a freddo, fino all’affinamento in assenza di ossigeno – riscoperti e “canonizzati”, nei 500 anni dalla morte, dalla Leonardo da Vinci Spa, del gruppo Caviro. Ma cosa è arrivato fino a noi, e in cosa Leonardo, ancora oggi, è fonte di ispirazione? Ne abbiamo parlato con SimonPietro Felice, ad del Gruppo Caviro.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli