02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
SPUNTATURE

Guardando al passato per costruire un futuro migliore

Territorio: Soave

Il Soave è storicamente uno dei vini bianchi più importanti d’Italia. E, nel 1968, con l’arrivo della Doc probabilmente si prospettarono obbiettivi che guardati con gli occhi dell’oggi, hanno costretto non pochi produttori a sopportare penalizzazioni in nome di progetti a corto respiro. L’immediatezza organolettica di questo vino bianco lo hanno portato ad avere una grande popolarità a partire dalla seconda metà del XX secolo. Ma come per il Chianti, il cui vino potrebbe essere visto come l’equivalente rosso del Soave, la quantità prodotta del bianco veronese è stata in passato molto più importante di quanto non fosse la sua qualità. Questa tentazione dei grandi numeri, che ha portato allora molti produttori a favorire il volume rispetto alla qualità, fu una mossa che ha finito per nuocere al marchio Soave nel suo insieme. Le conseguenze sono state significative e ci sono voluti anni di grande lavoro, per ripristinare una qualità e un’immagine coerente ed autentica. Oggi gli effetti negativi di quell’impostazione stanno svanendo. Nelle mani di un produttore attento alla qualità, la Garganega può far nascere vini bianchi classici, sia complessi che piacevoli, sia da consumarsi nell’annata che dopo un’adeguata maturazione. Trebbiano Toscano e Pinot Bianco sono stati rimossi dal disciplinare, e il potenziale naturale della varietà locali può finalmente emergere, svelando la vera personalità di un bianco tra i più intriganti. Accanto alla Garganega oggi è consentito l’utilizzo del Trebbiano di Soave (Verdicchio). Si può ancora servirsi dello Chardonnay, ma, probabilmente, sono sempre più rare le cantine che lo fanno, avendo il Soave, nel frattempo, acquisito un’identità sempre più marcata e riconoscibile, anche grazie alle sue uve di antica coltivazione.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

TAG: SOAVE

Altri articoli