02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia del vino protagonista in Usa, con il “Grand Tour” di “Wine Spectator”, che tra aprile e maggio toccherà Washington, New York e Las Vegas. Oltre 200 i grandi vini selezionati, più di 1 etichetta su 4 è del Belpaese, dall’Alto Adige alla Sicilia

Italia
Italia del vino protagonista in Usa, con il Grand Tour di Wine Spectator, che, tra aprile e maggio, toccherà Washington, New York e Las Vegas

L’Italia del vino non ha vissuto un 2017 non particolarmente brillante in Usa, con una crescita delle esportazioni praticamente nulla nel suo primo mercato straniero. Eppure, la passione degli americani per i grandi vini del Belpaese non si spegne, come testimonia anche la folta presenza di cantine tricolore selezionate dalla rivista Usa “Wine Spectator” per il suo “Grand Tour”, uno degli eventi più amati dai winelover americani, che toccherà tre delle più importanti città (e mercati) degli States, Washington Dc (il 20 aprile) New York (il 24 aprile) e Las Vegas (il 5 maggio), che mette sotto lo stesso tetto oltre 200 grandi vini da tutto il mondo, dalla Francia agli Usa, dal Cile all’Argentina, dall’Australia alla Spagna, da Israele all’Ungheria, dal Sudafrica alla Grecia, dall’Austria alla Nuova Zelanda, tra quelli giudicati con più di 90 punti dai critici della rivista. Di questi, più di 1 su 4 è made in Italy, con l’Italia che è Paese più presente in assoluto con 55 cantine, con nomi come Aldo Conterno, Allegrini, Altesino, Antinori, Argiano, Argiolas, Bastianich, Batasiolo, Bindi Sergardi, Brancaia, Cafaggio, Caiarossa, Caparzo, Carpineto, Casanova di Neri, Castellare di Castellina, Castello Banfi, Castello di Albola, Castello di Monsanto, Castello di Volpaia, Ciacci Piccolomini d’Aragona, Damilano, Donnafugata, Elena Walch, Fattoria dei Barbi, Fattoria di Felsina, Ferrari Trento, Feudo Maccari, Fontodi, Fuligni, Jermann, Livio Felluga, Tenuta Luce, Marchesi de’ Frescobaldi, Marchesi di Barolo, Marco Felluga, Masciarelli, Masi, Mastroberardino, Mazzei, Nals Margreid, Paolo Scavino, Petra, Pio Cesare, Planeta, Renato Ratti, Rocca delle Macìe, Ruffino, San Felice, Siro Pacenti, Tasca d’Almerita, Tenuta San Guido, Tenuta Sette Ponti, Valdicava e Zenato.
Un “parterre de roi” del vino italiano, che dall’Alto Adige alla Sicilia, dal Piemonte alla Toscana, dal Veneto al Friuli Venezia Giulia, dalla Campania all’Abruzzo, è capace di raccontare nel calice la grande eccellenza del Belpaese e le sue tante differenti espressioni (http://grandtour.winespectator.com).

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli