02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La “The Taste Revolution” di Harrods: 8.000 metri quadrati dedicati al vino nel cuore del magazzino del lusso icona di Londra, per 1.400 etichette tra le 9 e le 28.000 sterline, in una cantina Art Deco

Per capire quanto l’enogastronomia sia un settore economico di rilievo, non solo dal punto di vista dei grandi numeri, è interessante la svolta di Harrods, il più famoso magazzino del lusso di Londra, meta imperdibile per i turisti, fiore all’occhiello per ogni londinese che si rispetti. Che da qualche giorno ha svelato al grande pubblico la sua “The Taste Revolution”, uno spazio tutto nuovo in cui a farla da padrone sono vino e superalcolici. A cui sono dedicati 8.000 metri quadrati, firmati dal designer Martin Brudnizki, nel segno di un’eleganza retro che ricalca lo stile dell’Art Deco che ricorda molto “Il Grande Gatsby”. Temperature costanti e una ricerca estrema sull’illuminazione valorizzano ogni bottiglia, con le etichette più prestigiose a popolare gli “Heroes Shelves”, gli scaffali degli eroi della viticoltura mondiale. Inoltre, ricalcando i musei del vino più all’avanguardia, ci sono i “tavoli aromatici”, in cui scoprire i bouquet dei diversi vitigni, ma anche due aree dedicate alle degustazioni, una dedicata alla formazione del vino in collaborazione con il WSET, l’altra pensata per la consulenza ai clienti più esigenti. In tutto, sono 1.400 le referenze, tutte direttamente dalle cantine, senza passare per intermediari, con prezzi che vanno dalle 9 alle 28.000 sterline a bottiglia, il prezzo dello Egon Muller Scharzofberger Riesling Trockenbeerenauslese 1959.
Info: www.harrods.com

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli