02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Le Macioche, Docg Brunello di Montalcino 2016

Vendemmia: 2016
Uvaggio: Sangiovese
Bottiglie prodotte: 13.000
Prezzo allo scaffale: € 80,00
Proprietà: Dominga, Marta ed Enrica Cotarella
Enologo: Pier Paolo Chiasso
Territorio: Montalcino

Le Macioche, realtà produttiva avviata da Matilde Zecca e Achille Mazzocchi nel 1985, poi passata nelle mani di Riccardo Caliari, Stefano Brunetto e Massimo Bronzato è, dal 2017, nell’orbita dei possedimenti di Famiglia Cotarella, l’azienda fondata dai fratelli Renzo e Riccardo Cotarella, guidata oggi dalle figlie di quest’ultimo: Dominga, Marta ed Enrica Cotarella, tre donne che stando dando un'impronta giovane e grintosa al brand di famiglia. Gli ettari vitati sono 3, distribuiti su quattro vigneti impiantati negli anni ‘80 e concentrati nell’areale di Sant’Antimo, quadrante meridionale di Montalcino, un piccolo ma prezioso patrimonio che ha originato Sangiovese ben leggibili e mai banali. Le etichette della cantina, che si trova tra la Fattoria dei Barbi e Podere Salicutti, si sono fatti riconoscere nel corso del tempo per una solida continuità stilistica, costituita da un’inconfondibile levità complessiva, che anche l’ultimo cambio di proprietà sembra non aver scalfito. Il Brunello 2016 sa di ciliegia e violetta, impreziosite da lievi note balsamiche; una certa tridimensionalità che si riscontra poi anche nel sorso, subito sapido, molto fruttato e dolce, che viene in parte stemperato dall'apporto tannico piacevolmente amaro. Quasi a ricordare il miele di corbezzolo, pianta che circonda la tenuta e che dà il nome all'azienda (le macioche in dialetto senese, indicano infatti le radici della pianta).

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli