02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Le Ragnaie, Docg Brunello di Montalcino Ragnaie Vigna Vecchia 2015

Vendemmia: 2015
Uvaggio: Sangiovese
Bottiglie prodotte: 3.500
Prezzo allo scaffale: € 110,00
Proprietà: Riccardo Campinoti
Enologo: Riccardo Campinoti, Maurizio Castelli
Territorio: Montalcino

15,50 ettari di vigneto coltivato a biologico, per una produzione media di 80.000 bottiglie sono i numeri della cantina condotta da Riccardo Campinoti, che è probabilmente uno dei produttori più attenti a declinare con garbo e personalità le varie “facce” del Sangiovese di Montalcino. Già perché in questo caso si può parlare veramente di differenti anime del vitigno re della Toscana, colte in tre appezzamenti decisamente diversi: Ragnaie, posto vicino alla cantina (nei pressi del Passo del Lume Spento), Fornace (che si trova a Loreto di Castelnuovo dell’Abate, settore sud-est) e Petroso (sul limite ovest del colle dove sorge Montalcino). Tre differenti terroir uniti comunque da un minimo comune denominatore, che è poi la cifra stilistica aziendale: finezza e levità. Le Ragnaie, storicamente, produce due Brunello Cru (peraltro è appena arrivato, presentato all’ultimo Benvenuto Brunello, anche il Casanovina Montosoli): il Fornace e il Ragnaie V.V.. E quest’ultimo, ci sembra ancora quello più centrato. La versione 2015 ha profilo aromatico sfumato tra tocchi di amarena, agrumi ed erbe di campo, ben rifiniti da cenni di liquirizia e tabacco. In bocca, il vino possiede dinamismo ed energia con tannini incisivi e croccanti, che animano una progressione succosa e ritmata dotata di fragranza continua, profondità e ritorni fruttati, anche nel finale, che sembra chiamare subito un altro sorso.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli