02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Leone de Castris, Salento Igt Fiano Passito Pierale 2016

Vendemmia: 2016
Uvaggio: Fiano
Bottiglie prodotte: 1.000
Prezzo allo scaffale: € 16,00
Azienda: Leone de Castris
Proprietà: Piernicola Leone de Castris
Enologo: Riccardo Cotarella, Matteo Esposito
Territorio: Salento

La storia plurisecolare della cantina con sede a Salice Salentino che può vantare, per esempio, il primo imbottigliamento in assoluto di un vino rosato in Italia (1943, stima parlando del celeberrimo Five Roses), non ha certo pesato sull’impostazione attuale dell’azienda che si propone come una delle più moderne della Puglia e non solo. Oltre 40 referenze compongono un ricco portafoglio etichette e sono tutte etichette realizzate in maniera ineccepibile dal punto di vista tecnico e in grado di rispondere alle richieste della clientela ormai non più soltanto italiana ma internazionale. Gli ettari coltivati a vigneto sono 300 ettari per una produzione complessiva che è arrivato a 2.500.000 bottiglie, mentre la proprietà resta saldamente nelle mani della famiglia De Castris, confermando una tendenza non rara nel panorama enoico del Bel Paese. Il Passito Pierale, oggetto del nostro assaggio, è un vino dolce ottenuto da uve Fiano, che in Salento hanno trovato un buon acclimatamento, tanto da essere considerate oggi tra i vitigni bianchi più rappresentativi della Puglia. La versione 2016, appassita sui graticci per un mese in ambiente a climatizzazione controllata, subisce un’interruzione della fermentazione per mantenere un residuo zuccherino. Affinata per 6 mesi in barrique, ha profumi di albicocca in confettura e ricordi di gelsomino e vaniglia. In bocca, il sorso è ricco, pieno ed avvolgente.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli