02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Librandi, Val di Neto Igt Rosso Gravello 2017

Vendemmia: 2017
Uvaggio: Gaglioppo, Cabernet Sauvignon
Bottiglie prodotte: 90.000
Prezzo allo scaffale: € 21,00
Proprietà: famiglia Librandi
Enologo: Donato Lanati
Territorio: Val di Neto

Probabilmente l’etichetta che ha imposto definitivamente il marchio calabrese sulla ribalta enoica del Bel Paese, il Gravello, maturato per 12 mesi in barrique, è vino solido e generoso. La versione 2017 possiede aromi segnati da un rigoglioso fruttato maturo, con accenti speziati. In bocca, il vino è potente, caldo e morbido, di grande persistenza e lunghezza. Librandi oggi conta su 232 ettari di vigneto coltivati a biologico e le bottiglie in media ogni anno sono 2.200.000. Numeri importanti che segnalano il peso di questa realtà, sottolineando un salto quantitativo per nulla disarmonico con la qualità delle etichette aziendali, saldamente fra le migliori della Calabria e non solo. Già perché Librandi è senz’altro il marchio che ha maggiormente influito sulla crescita enoica di questo lembo estremo del sud Italia, riportandolo, per così dire, proprio ai fasti della sua storia antica. Un’operazione che comincia nel 1993, quando furono scelte le prime selezioni massali di Gaglioppo, messe a dimora nel 2000. Un lavoro lungo e difficile che ha dato i suoi primi frutti importanti nel 2016, insieme al consolidamento commerciale dell’azienda. Questo tanto per inquadrare il valore e l’impegno della cantina con sede a Cirò Marina, che, con la seconda generazione, Nicodemo Librandi e suo figlio Paolo, mantiene intatta la sua centralità e il suo ruolo di modello per molti produttori calabresi.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli