02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Masi, Docg Amarone della Valpolicella Classico Mazzano 2012

Vendemmia: 2012
Uvaggio: Corvina, Rondinella, Molinara
Bottiglie prodotte: 15.350
Prezzo allo scaffale: € 100,00
Azienda: Masi Agricola
Proprietà: famiglia Boscaini
Enologo: staff tecnico aziendale
Territorio: Valpolicella

250 anni di storia aziendale sono sufficienti per poter fare una sorta di bilancio per Masi, anche tramite 2 verticali di Amarone, distribuite fra il 1958 e il 2016, fra 4 diverse etichette. 28 bicchieri assaggiati a metà ottobre, che hanno dato una buona misura dei limiti e delle potenzialità del grande vino della Valpolicella, nelle interpretazioni che Masi ha saputo dare nell’evolvere della sua esperienza agronomica ed enologica. La verticale/orizzontale dei 3 cru - Vaio Armaron, Campolongo di Torbe e Mazzano, confrontati in 5 diverse annate - ha permesso di capire come sia possibile, nonostante l’appassimento, identificare nette differenze fra uve cresciute in clima-terreni-altitudini diverse. Ecco, quindi, il carattere dolce e morbido del Vaio Armaron di Serego Alighieri, che cresce a Fumane a 250 metri, con clima tendenzialmente umido, in un terreno sciolto di media profondità. A Torbe prende forma il ricco e glicerico Campolongo di Masi, a poco meno di 400 metri, su terreni rossi calcarei, vulcanici di età “recente” e ricchi di humus. Infine l’austero e deciso Mazzano, dai 400 metri dell’alta Valle di Negrar: qui i terreni sono sempre vulcanici ma più antichi, la pendenza notevole e ventilata. La versione 2012 è complessa e reattiva, dal sorso tondo e aderente, dolce e balsamico; i profumi terziari di china, goudron, sottobosco e vernice tornano coerenti in bocca insieme all’amarena, chiudendo agrumato.

(ns)

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli