02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Massimago, Docg Amarone della Valpolicella 2015

Vendemmia: 2015
Uvaggio: Corvina, Corvinone, Rondinella
Bottiglie prodotte: 6.000
Prezzo allo scaffale: € 54,00
Proprietà: Camilla Rossi Chauvenet
Enologo: Alberto Stella, Valentino Ciarla
Territorio: Valpolicella

Massimago, il cui nome evoca le parole latine “maximum” e “agium”, cioè massimo benessere, si trova nella vallata di Mezzane, nel cuore della Valpolicella. Appartiene alla famiglia Cracco dal 1883, ma ha trovato la sua definizione attuale a partire dall’inizio del Nuovo Millennio, quando cantina e vigneti sono stati attualizzati e valorizzati, con l’aggiunta anche di un Wine Resort. In biologico dal 2008, i vigneti, 28 ettari complessivi, occupano un corpo unico con altezze sul livello del mare oscillanti tra gli 80 e i 350 metri, esposizione a sud-ovest e terreni caratterizzati da substrati argillo-calcarei. Sono state individuate 13 particelle diverse che, in fase di lavorazione, sono vinificate separatamente, mentre gli affinamenti vengono effettuati in legno di varia misura, con interventi minimali e un progetto per la riduzione della solforosa con l’apporto dell’Università di Milano e la Scuola enologica di Conegliano. Tre i rossi tradizionali prodotti in azienda: un Valpolicella, un Valpolicella Superiore e, naturalmente, un Amarone, che l'azienda considera la sua massima espressione. Quest’ultimo, nella versione 2015, possiede intensi profumi di ciliegia, di lampone e di rovi; coerente al primo impatto e decisamente austero per la tipologia, il sorso è limpido, semplice e diretto: dolce, poi sapido, sviluppa speziatura pepata in centro, finendo persistente con note di erba fresca ad arricchire quelle fruttate.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli