02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Novaripa, Doc Montepulciano d'Abruzzo Spyro 2014

Vendemmia: 2014
Uvaggio: Montepulciano
Bottiglie prodotte: 10.000
Prezzo allo scaffale: € 20,00
Azienda: Novaripa
Proprietà: cooperativa di soci produttori
Enologo: Walter Quaglia, Pasquale Caldora
Territorio: Abruzzo

La cantina sociale Novaripa nasce nel 1969 come cooperativa tra 20 agricoltori con il nome di Cantina Ripa Teatina. Oggi i membri sono 400 e gli ettari vitati 700, compresi nelle zone di Ripa Teatina, Francavilla al Mare, Bucchianico e Chieti, per una produzione di 2.000.000 di bottiglie. I vini sono realizzati attingendo sia al bacino varietale che alle denominazioni tradizionali dell’Abruzzo, ma non mancano anche le varietà internazionali a cui la cooperativa riserva un ruolo preminente. Nel 2018 è iniziato un processo di rinnovamento, sia strutturale sia di immagine, con il restyling dell’intera azienda. I nomi dei vini, per esempio, nascono tutti da elementi che raccontano il vino stesso: Sagoma, evoca la silouhette dei vigneti, Agronika deriva da “Agros”, ossia terra, Monatic deriva dall’unione di Luna (Moon) e Lunatico a descrivere l’influenza del satellite sull’agricoltura. Spyro è legato alla storia di Ripa Teatina, dove i primi 20 coltivatori avevano la loro terra. La versione 2014 di quest’ultimo, affinata per 18 mesi in barrique, è una classica lettura della potenza che sta nelle corde del Montepulciano. Possiede aromi intensi di frutti neri su fondo dal timbro terroso e speziato. Al palato, il vino è spesso e denso con articolazione possente, attraversata da una buona vena acida che lo rende più dinamico. Finale serrato con ritorni di frutti scuri spezie e chiodi di garofano.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli