02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
EDITORIALE

Numeri e azioni

Territorio: Soave

Il Soave rappresenta da solo con i suoi 500.000 ettolitri medi di produzione annua il 40% della produzione a Doc della provincia di Verona, dove sono concentrati il 14% delle Doc italiane ed il 60 % delle Doc venete. Un peso specifico rilevante e ancora più importante se guardiamo alla “riscossa” dei vini bianchi che sta, specie nel recente passato, animando il mondo del vino nel suo complesso. Ma al di là dei numeri per la denominazione bianchista il 2019 sarà anche l’anno dell’obbligo dell’imbottigliamento dentro i confini della denominazione, dopo il riconoscimento quale “Patrimonio Agricolo di Rilevanza Mondiale” da parte del Comitato scientifico della Fao e l’introduzione delle “Unità Geografiche aggiuntive” e una nuova presidenza, quella di Sandro Gini, dal peso simbolico evidente, visto che stiamo parlando di uno dei migliori produttori dell’areale. Ma non sono mancate concrete azioni anche da parte di ogni singolo vignaiolo che, per esempio, ha deciso di selezionare i vigneti destinati alla Doc e di indirizzare i più produttivi ad altre denominazioni. Fatto sta che i prezzi delle bottiglie di Soave si sono stabilizzati o addirittura sono cresciuti, grazie alla scarsità del prodotto che si traduce in una maggiorazione della remunerazione finale del produttore. In crescita anche le aziende agricole che hanno iniziato a produrre con la propria etichetta, sono passate dalle 3109 del 2002 alle 3281 del 2017. Ma non solo. La cosiddetta “terza generazione” è arrivata tra i vigneti di Soave creando un forte ricambio generazionale, che ha coinvolto circa il 60% delle aziende.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

TAG: SOAVE

Altri articoli