02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Ocm Promozione, ancora tutto fermo. “Serve un cambio di passo urgente, uno dei settori più performanti di Italia è bloccato in un cul-de-sac. Un paradosso”. Dopo Federvini anche Federdoc lancia il suo appello al Ministero delle Politiche Agricole

Italia
Il presidente Federdoc, Riccardo Ricci Curbastro

Per le imprese del vino italiano è sempre più intollerabile il ritardo sulla misura Promozione dell’Ocm vino, che vive ancora di incertezza sui ricorsi che pendono al Tar sulla campagna 2016-2017, e vede bloccati, dopo un decreto di fine luglio al quale, ancora, non è seguito il bando effettivo, gli oltre 101 milioni di euro a disposizione per la promozione nei Paesi Terzi nel 2017-2018, fondamentali per sostenere un export vitale per la crescita del vino italiano. E, così, dopo le sollecitazioni di Federvini al Ministero delle Politiche Agricole affinchè la situazione si sblocchi, arrivano anche quelle di Federdoc, per voce del presidente Riccardo Ricci Curbastro.
“Ritardi, ricorsi, mancanze e istanze cadute nel vuoto sembrano essere ormai gli unici tratti distintivi della nostra burocrazia, che lascia purtroppo le aziende in una sorta di palude dalla quale dobbiamo uscire. Già all’inizio di luglio abbiamo lanciato un grido di allarme con tutta la filiera, ma dopo oltre due mesi stiamo ancora raschiando il fondo del barile. Serve con assoluta urgenza un cambio di passo. Ribadisco con forza - aggiunge Ricci Curbastro - il totale malcontento sulla vicenda Ocm Vino Promozione 2017-2018 che vede uno dei settori più performanti d’Italia bloccato in un vero e proprio cul-de-sac. È una situazione paradossale che coinvolge e, naturalmente preoccupa, tutti i player della filiera, come testimonia il recente intervento di Federvini, che ci trova completamente concordi”.

Insomma, ennesimo allarme di una filiera già alle prese con una vendemmia complicata e dispendiosa, che vede la propria competitività minata dal mancato utilizzo di risorse europee a disposizione sulle quali, invece, competitor come Francia e Spagna, sono già avanti con la programmazione.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli