02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
FONDI UE E VINO

Ocm Promozione, il decreto si avvicina. Nella bozza (di cui WineNews è in possesso) date e novità

Ma restano nodi da sciogliere, come la possibilità da parte degli stessi soggetti di replicare azioni in Paesi dove già sono stati effettuati progetti
OCM VINO, Italia
Il decreto Ocm 2018-2019 vicino, ecco la bozza del bando

Mentre l’Italia vive uno stallo politico che fa discutere, qualche cosa, pare, si muove sul fronte del vino. Da quanto apprende WineNews, se per la nomina del Comitato Vini che sovrintende alle modifiche ai disciplinari di produzione (attendono risposta oltre 50 domande) sarà necessario aspettare la formazione di un nuovo Governo, sul fronte della promozione dovrebbe arrivare a giorni il bando nazionale per l’annualità 2018-2019, dal quale poi derivano quelli regionali. Secondo la bozza che circola, e di cui WineNews è in possesso, 27,599 milioni di euro sono le risorse disponibili per la quota nazionale (sui 101,9 per l’Italia, la cui quota maggiore è gestita dalle Regioni, https://goo.gl/QbdVMV), e se questo sarà il testo definitivo, sono fissate le scadenze. Il 25 giugno (ore 15) è la data ultima per far pervenire al Ministero le domande per il finanziamento dei progetti a valere sulla quota nazionale. Che potranno avere una durata massima di 12 mesi, cosa che fa dunque presagire la scomparsa dei progetti a valere su più annualità, ammessi in passato.
Sul fronte dei progetti a valere sulla quota regionale, invece, le Regioni dovranno far pervenire al Ministero e ad Agea la graduatoria dei progetti multiregionali ammissibili a contributo entro il 31 luglio 2018, poi entro il 2 agosto le Regioni partecipanti ai progetti multiregionali dovranno far pervenire alle Regioni capofila il nulla osta al cofinanziamento. L’8 agosto, invece, è il termine in cui le Regioni devono far avere a Ministero ed Agea la graduatoria dei progetti regionali ammissibili a cofinanziamento e la relativa documentazione. 8 agosto che è la stessa data in cui, a quanto stabilito ad ora, il Ministero trasmette ad Agea la graduatoria dei progetti nazionali ammissibili. E poi si arriva addirittura al 15 novembre, termine entro il quale Agea stipula i contratti con i beneficiari.

Le tempistiche con cui poi saranno messi in campo i progetti, dunque, saranno di fatto strettissime, al netto di complicazioni e slittamenti che, la recente storia insegna, non sono così improbabili.
Ma tra gli aspetti che, senza dubbio, faranno più discutere, è quello attualmente previsto dal comma 5 dell’articolo 3 del decreto che impedirebbe di presentare o partecipare a progetti in Paesi terzi in cui si siano effettuate azioni nei tre anni precedenti. Articolo che, nei fatti, accoglierebbe l’interpretazione restrittiva della Commissione Europea al quesito avanzato dalla Spagna nei mesi scorsi (come scritto qui https://goo.gl/RhuarW) su questo aspetto che, fino ad oggi, aveva rappresentato criterio di priorità, ma non di esclusione e che, così interpretato, secondo alcuni, minerebbe l’efficacia di azioni di promozione che richiedono tempi lunghi per essere davvero fruttuose.
Tra le novità che si leggono tra le pieghe del decreto, il fatto che il contributo massimo richiedibile, sia dal soggetto proponete che dal soggetto partecipante, deve “corrispondere ai valori di produzione di vino confezionato idoneo a promozione”, e il comma 2 dell’articolo 17, con cui “il Ministero si riserva, in ogni caso ed in qualsiasi momento, il diritto di sospendere, interrompere, modificare o cessare la presente procedura, anche nel caso di sopravvenuta indisponibilità totale o parziale dei fondi a disposizione, senza che ciò possa costituire diritto o pretesa di qualsivoglia natura, indennizzo o rimborso dei costi eventualmente sostenuti per la partecipazione alla procedura medesima”. Così è scritto nella bozza. Da vedere, ora cosa sarà mantenuto o modificato nel testo definitivo del bando che, a questo punto, è atteso a giorni.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

TAG: OCM VINO

Altri articoli