02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Prunotto, Docg Barbaresco Bric Turot 2014

Vendemmia: 2014
Uvaggio: Nebbiolo
Bottiglie prodotte: 10.000
Prezzo allo scaffale: € 40,00
Azienda: Prunotto
Proprietà: Famiglia Antinori
Enologo: Gianluca Torrengo
Territorio: Langhe

Prunotto è il marchio di una cantina dalla lunga storia. Fondata da Alfredo Prunotto nel 1922, fu ceduta a Beppe e Tino Colla, affiancati da Carlo Filiberti nel 1956. Assume l’attuale assetto proprietario nel 1989, quando la griffe toscana Antinori l’acquista. Dapprima, fino al 1994, occupandosi direttamente della sola distribuzione dei vini e poi, con il ritiro dall’attività dei fratelli Colla, anche della conduzione tecnica. Quest’ultimo passo ha spostato l’impostazione stilistica dei prodotti a marchio Prunotto verso connotazioni tendenzialmente più moderne, a partire, nel 2000, dall’adozione del rovere medio-piccolo per gli affinamenti. Tuttavia, tale cambiamento non ha inciso assolutamente sullo spessore qualitativo dei vini Prunotto, capaci di mettere sempre al primo posto eleganza e finezza espressiva. La cantina conta su 50 ettari a vigneto nei territori di Langa e Monferrato, frazionati, come da tradizione, in piccoli appezzamenti e singoli Cru di proprietà. Tra questi si distinguono Bric Turot (da cui è ottenuto il Barbaresco), Costamiole (per la Barbera d’Asti), Bricco Colma (dove è allevato l’Albarossa, incrocio tra Nebbiolo e Barbera) e Bussia (per il Barolo). Il Barbaresco Bric Turot 2014, interpreta meravigliosamente un millesimo complicato. Grande finezza e purezza olfattiva, eleganza ed equilibrio gustativo, per un sorso che non stanca mai, ma che anzi invita al bis.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli