02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Rocca delle Macìe, Docg Chianti Classico Gran Selezione Lo Chiamavano Trinità 2016

Vendemmia: 2016
Uvaggio: Sangiovese
Bottiglie prodotte: 1.970
Prezzo allo scaffale: € 200,00
Proprietà: famiglia Zingarelli
Enologo: Luca Francioni, Lorenzo Landi
Territorio: Chianti Classico - Castellina in Chianti

Sono stati da poco festeggiati i cinquanta anni dalla prima uscita del film “Lo Chiamavano Trinità”, una parodia nella parodia del western all’italiana che fece epoca, diventando poi un vero e proprio cult-movie. E questa celebrazione ha avuto il suo fulcro a Rocca delle Macìe, che, per chi non lo sapesse, è l’azienda fondata da Italo Zingarelli, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico, che lanciò, per l’appunto, la coppia Bud Spencer e Terence Hill. Uomo poliedrico con la passione per il vino e padre di Sergio, Sandra e Fabio, oggi alla guida della cantina chiantigiana, 206 ettari a vigneto per una produzione di 2.700.000 bottiglie. A coronare questa festa la “Galleria Trinità” - con i cimeli dei set e non solo, che rimarrà aperta a Rocca delle Macìe, prima “movie destination” tra le colline di Castellina in Chianti - e un vino prodotto solo in 1970 (come l’anno dell’uscita del film) Magnum, che porta il nome “Lo Chiamavano Trinità”. Ottenuto dal Sangiovese allevato nelle tenute Le Macìe e Sant’Alfonso, le prime ad essere acquistate nel 1973 da Italo Zingarelli, è un Chianti Classico Gran Selezione 2016, che porta con sé tutte le buone sensazioni di un’annata particolarmente significativa per il Gallo Nero. I suoi profumi muovono da un rigoglioso fruttato verso cenni speziati e affumicati, ad anticipare una bocca succosa, dolce e ritmata da una presente e vivace fragranza acida.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli