02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Si chiude anche la sezione online della maestosa asta di autofinanziamento dell’Institute of Masters of Wine, la più prestigiosa istituzione della formazione enoica del mondo: 108 lotti venduti, con il contributo di Wine News a +15,5% su base d’asta

Dopo il successo annunciato della prestigiosissima asta tenutasi durante la serata di gala dell’Institute of Masters of Wine, che ha complessivamente raccolto più di un milione di sterline per l’ampliamento delle attività globali dell’autorevolissimo ente di formazione del vino britannico, sono stati pubblicati anche i risultati della sua componente virtuale, che si è svolta sul sito della casa d’aste Bonham’s (www.bonhams.com). E, tra nomi come Pio Cesare, l’Istituto Grandi Marchi (19 tra le realtà più prestigiose dell’Italia del vino, da Alois Lageder a Argiolas, da Biondi Santi a Ca’ del Bosco, da Michele Chiarlo a Carpenè Malvolti, da Donnafugata ad Ambrogio e Giovanni Folonari Tenute, da Gaja a Jermann, da Lungarotti a Masi, da Marchesi Antinori a Mastroberardino, da Pio Cesare a Rivera e da Tasca D’Almerita a Tenuta San Guido e Umani Ronchi), Antinori e Frescobaldi, c’era anche il nostro contributo, una selezione di 12 bottiglie di vino di “amici”, alcuni tra i più importanti e stimati produttori italiani, direttamente dalla cantina di WineNews.
Un lotto - composto da una bottiglia di Sagrantino di Montefalco di Arnaldo Caprai e da una di Amarone Classico 1997 di Allegrini, da un Montiano 1988 di Falesco, da un Brunello di Montalcino 1998 di Conti Costanti, da un Montepulciano d’Abruzzo 200 di Masciarelli, da un Chianti Classico Castello di Brolio 2001 di Barone Ricasoli, da un Nobile di Montepulciano Villa d’Alfiero 2001 di Valdipiatta, da un San Leonardo 2007 di Tenuta San Leonardo, da un Campo San Giorgio Conero Riserva 2010 di Umani Ronchi, da un Barolo Villero 2013 di Oddero e da un “uno-due” di Supertuscan di rango come il Sassicaia 2014 e il Tignanello 2014 - che è stato decisamente premiato dal favore dei partecipanti, essendo passato di mano per un prezzo finale di 750 sterline, il 15,5% in più della base d’asta, al netto del consistente premium della casa d’aste.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli